Pensione. Come verificare tutti i contributi versati all'Inps

Un tema particolarmente importante che coinvolge tutti i lavoratori, siano essi dipendenti, autonomi, precari. Soprattutto coloro che son stati costretti, nel tempo, a cambiare frequentemente occupazione, avendo avuto a che fare con diversi datori di lavoro.
Ad un certo punto si può anche perdere il conto dei contratti firmati e rispettati ma è fondamentale conservare tutta la documentazione, "buste paga" e Cud inclusi. Questo perché, un giorno, potrebbe nascere nella nostra mente un "piccolo" dubbio, qualcosa del tipo "Ma l'Inps lo sa che io ho versato tutti i contributi regolarmente, per ogni posto di lavoro che ho accettato?".

Già. Una domanda legittima, visti i sacrifici fatti negli anni. Dopotutto stiamo parlando della pensione, del nostro sostentamento quando, in futuro, non saremo più in grado di lavorare oppure saremo entrati in quella fase di meritato riposo, una volta maturati i requisiti per uscire dal mercato occupazionale.

Per fare chiarezza sulla situazione personale di ogni contribuente, l'INPS mette a disposizione un servizio online, tramite il sito internet, dove verificare tutti dati relativi alla nostra vita lavorativa. In particolare, è possibile vedere se i contributi versati che risultano dai nostri documenti sono gli stessi in possesso dell'INPS.

È il nostro "Estratto conto contributivo". Tutte le informazioni che l'ente previdenziale ha registrato durante il nostro cammino lavorativo (contributi da lavoro, figurativi e da riscatto).

A cosa serve l'Estratto conto contributivo?
Qualora risultassero inesattezze tra il quadro mostrato dall'Inps e quello prodotto dai nostri documenti, possiamo segnalare il problema.

Come funziona?
Prima di tutto serve il PIN (vedi qui sotto in "Risorse" come ottenerlo), con il quale si deve accedere alla sezione personale del sito internet (www.inps.it).

Il percorso da seguire, una volta entrati nella prima pagina del portale INPS, è il medesimo segnalato in un altro nostro post: Calcolo pensione; (cioè vai sul sito Inps, poi clicca su "Entra in MyInps"; cercare "calcolo pensione" o "futura pensione" e scegliere il servizio "La mia pensione futura").

Una volta aperta questa pagina, appariranno tutti i nostri dati, relativi ai contributi versati. Vengono distinti quelli dell'Assicurazione generale obbligatoria (AGO) da quelli della Gestione separata (Estratto conto Parasubordinati). Sono riportati altri dati, come ad esempio i "Contributi utili" per accedere alla pensione.

Come segnalare eventuali errori?

E' presente, nella stessa pagina, una sezione chiamata "Segnalazioni contributive". Da qui potete spiegare le problematiche riscontrate e inoltrare il testo all'INPS.

Come avere l'estratto conto contributivo via telefono
Per chi non ha la possibilità di accedere al sito internet o preferisce adottare un altro metodo, l'INPS mette a disposizione un numero verde (803164), che non ha costi se si telefona da rete fissa, mentre da cellulare si paga a seconda del piano tariffario.
Altra alternativa: rivolgersi ad un Patronato.

Cos'è l'estratto conto certificativo?
In prossimità del periodo in cui il contribuente andrà in pensione, è possibile ottenere il certificato della posizione assicurativa.

Risorse: Come ottenere online il CUD oppure INPS, servizi online (Come funziona il Pin).

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione