Manuale seggio elettorale: Istruzioni per Presidente, Scrutatori e Segretari

Il prossimo turno elettorale, domenica 04 marzo 2018, riguarderà le elezioni politiche.

Come al solito, in questa pagina, vi segnaliamo l'utile guida, in formato pdf (lo stesso testo che poi troverete in formato cartaceo al momento di iniziare l'attività al seggio), relativa alle istruzioni per le operazioni degli uffici di sezione.

Ricordiamo che le operazioni di votazione si svolgono la domenica dalle 7 alle 23 (Election Day) e non dalle 8 alle 22 come una volta; questo perché non si vota più il lunedì, ma in un solo giorno.

Lo spoglio/scrutinio si svolgerà dalle 23 di domenica sera in poi. Quindi niente pausa di sonno, si procede subito con la verifica dei voti. Dopo 16 ore di lavoro consecutivo, si dovrà rimanere ancora lucidi e concentrati per lo scrutinio.

Manuale istruzioni elezioni amministrative 2018
Si vota domenica 04 marzo 2018.
Qui sotto trovate il collegamento al manuale, reso disponibile online dal Ministero dell'Interno.

Novità assoluta
Da quest'anno le schede elettorali avranno una numerazione progressiva. Viene chiamato "Tagliando antifrode" ed è presente in tutte e due le schede (Camera e Senato).
In pratica troverete una "piegatura e perforatura lungo la parte inferiore della scheda stessa, sulla quale i componenti dei seggi, prima dell’inizio delle operazioni di voto, in un apposito riquadro, applicano un bollino adesivo dotato di un codice progressivo alfanumerico".
In seguito al voto, e prima di inserire la scheda nell'urna, questa appendice deve essere staccata.
Dovrebbe contrastare il cosiddetto "Voto di scambio".
Parentesi
(cosa pensi del lavoro ai seggi? Sfruttamento con paga misera o dovere dei cittadini? Guarda qui sotto, nella sezione un articolo sul tema, contenente anche commenti di presidenti).

Seguono manuali delle scorse elezioni

Le votazioni già svolte in precedenza. Qui sotto trovate i collegamenti ai manuali resi disponibili online dal Ministero dell'Interno. In attesa della prossima guida, potete comunque leggervi i testi che seguono (a parte qualche dettaglio, la maggior parte delle procedure e delle leggi sono sempre le stesse):
Risorse

Elezioni amministrative 2016
Per eleggere il nuovo Sindaco, si andrà a votare domenica 5 giugno 2016, in molti Comuni d'Italia (più di 1300). L'eventuale ballottaggio si terrà due settimane dopo, domenica 19 giugno. Vi sarà una sola scheda elettorale.

Elezioni Europee 2014
Il Ministero dell'Interno ha reso pubblico il libretto in formato pdf riguardante le istruzioni per i presidenti di seggio, i segretari e gli scrutatori.
Il seggio elettorale sarà formato dal presidente, dal segretario (scelto dal presidente) e da 4 scrutatori. Il presidente decide subito quale dei 4 scrutatori sarà il vicepresidente per tutta la durata delle operazioni. Tutti hanno il titolo di "pubblici ufficiali" all'interno del seggio.
Attenzione: nel seggio devono essere sempre presenti almeno tre componenti e uno di loro dev'essere o il presidente o il vice.
Multe da 309 a 516 euro per coloro che non accettano l'incarico, non si presentano al seggio, si allontanano prima che tutte le operazioni elettorali siano finite.





  • Maria
    Salve, la mia domanda è: contro la decisione del Presidente della Corte D'Appello circa la cancellazione dall'albo dei Presidenti di seggio è possibile ricorrere qualora non si ritengano effettivamente sussistenti le motivazioni della cancellazione? Se sì, in che modo ed entro quali tempi? Grazie.
    Per Maria
    Salve, credo sia possibile il ricorso motivando le proprie ragioni. Dovrebbe chiedere al proprio Ufficio Elettorale, perché ogni Comune potrebbe avere differenti modalità di ricorso. Probabilmente esiste un modulo. Ha provato a chiedere anche direttamente alla Corte d'Appello?
  • Beppe
    Salve, leggendo la guida si deduce che le schede bianche debbano essere bollate e firmate dal presidente e da almeno due scrutatori (si consiglia di farlo su entrambi i lati della tessera); mentre per le contestate e le nulle è sufficiente porre solo le firme senza il bollo. Io credo che di debbano bollare anche le nulle e le contestate. Gentilmente può darmi delucidazioni a riguardo?
    Per Beppe
    Salve, forse i motivi sono legati al fatto che la scheda bianca possa ancora essere utilizzata illegalmente per esprimere un voto. Comunque le istruzioni dicono proprio quello che ha scritto lei: bollo (meglio due, uno interno e uno esterno) e firme per schede bianche e solo firme per schede contestate.
  • DM88
    Sono stata nominata presidente al prossimo referendum Costituzionale, volevo chiedere un informazione; una volta insediato il seggio viene nominato il vice-presidente quest'ultimo può autenticare cioè firmare le schede come gli altri scrutatori?? Girano leggende metropolitane che non può firmare le schede. Grazie
    Per DM88
    Leggende metropolitane, ha scritto bene! Nient'altro che bufale. Il ruolo del vice presidente entra in gioco solo in assenza del presidente. Per il resto è un normale scrutatore che svolge tutti i compiti assegnati anche agli altri.
  • Alfredo
    Buongiorno, se una persona ha ricevuto la nomina di scrutatore ma già conosce che sarà il segretario di un seggio cosa succede? Può rinunciare alla nomina di scrutatore? Mi è sorto il dubbio leggendo un punto sul manuale che dice: "Non deve incorrere in cause di esclusione dalle funzioni di componente del seggio". Grazie.
    Per Alfredo
    In teoria ha la priorità la nomina di scrutatore perché è fatta dal Comune/Corte d'Appello. Dovrebbe chiedere all'ufficio elettorale, perché ogni Città segue regole diverse.
  • Mari
    Salve, sono stata nominata scrutatrice per la prima volta e vorrei fare questa esperienza. Tuttavia, proprio il 5 mattina con la scuola è prevista una visita al Senato e dovrei andare come accompagnatrice della mia classe. Secondo voi, fino a quando potranno protrarsi le procedure di scrutinio? C'è un tempo limite? O devo rinunciare? Grazie.
    Per Mari
    Non c'è un tempo medio, poiché i fattori sono molteplici: organizzazione, affluenza, velocità del presidente di seggio e degli altri componenti, assenza o presenza di problemi... tuttavia, essendo un referendum con un quesito, quindi niente nomi, non ci sono mille partiti da verificare e trascrivere, ma solo due mazzette tra SI e NO, oltre alle schede bianche e nulle, direi che si potrebbe terminare lo scrutinio nell'arco di due orette massimo (circa l'una di notte).
  • Pino
    Salve, nelle istruzioni è segnato che il presidente debba controllare lui i documenti dell'elettore poi passarli allo scrutinatore, ma io non ho mai visto fare così, i documenti li ho visti sempre dare a chi segna sul registro e la scheda per votare darla dal presidente. Come è corretto/fattibile? come fa il presidente a fare questo ininterrottamente dalle 7 alle 23? suppongo lo sostituisca il vice ma dove è segnato in particolare? Aiutooo.
    Per Pino
    Dalle "Istruzioni", tra i compiti dello scrutatore: "registrare gli elettori che si presentano a votare". E poi, più avanti, si legge "Nell’apposita colonna della lista degli elettori della sezione devono essere indicati gli estremi del documento. I presidenti devono vigilare sull’osservanza di tale prescrizione".
    Il presidente deve vigilare, assicurarsi che tutto sia regolare. Non può verificare lui stesso tutti i documenti e poi spostarsi al tavolo dove vengono distribuite le schede elettorali. L'importante è che abbia tutto sotto controllo
    Poi le consiglio di leggere "Elezioni, consigli per presidenti di seggio", il cui collegamento trova sopra nel testo (Risorse)
  • Caterina
    Buongiorno, nella mia sezione nello scorso referendum, per lo scrutinio abbiamo aperto una scheda alla volta, poi le abbiamo divise impilate per si/no/bianche/dubbie per poi ricontarle una seconda volta per mano del presidente e scrivere i dati definitivi. Rileggo ora sulle istruzioni che è vietato aprire una scheda se quella precedente non è stata riposta. Avevamo chiesto e nessuna della altre sezioni seguiva il metodo citato dal regolamento perché rende lunga e più difficile il ricontrollo... Potete per favore darmi un consiglio pratico, anche perché l'anno scorso già così gli scrutatori si lamentavano per "troppa precisione" e quindi lungaggini, ed è stata una situazione difficile. grazie mille.
    Per Caterina
    Provi a consultare la pagina "Elezioni, consigli per presidenti di seggio", trova il collegamento sopra nel testo.
  • Liliana
  • Salve. Sarò scrutatrice per il referendum costituzionale, ma ho un problema relativo alla costituzione del seggio. Per sabato 3 avevo già preso un impegno fuori città, per cui ho il treno alle 18 e dovrei abbandonare il seggio per le 17.15 al massimo per non perderlo. Quanto tempo ci vuole per fare tutto? E' possibile lasciare il seggio prima che le operazioni siano ultimate? Cosa rischio nel caso? Grazie.
  • Per Liliana
  • Non ci vuole molto, in media due orette, ma poi dipende dai metodi utilizzati dal presidente di seggio e dalla velocità di tutto il gruppo. Se l'insediamento avviene alle 16, non so se avrete finito un'ora dopo. Abbandonare il seggio non è previsto dal regolamento. Tutto dipende dalle decisioni del presidente di seggio, perché alla fine tutti gli scrutatori prendono lo stesso compenso e gli altri potrebbero non essere d'accordo sul fatto che lei abbandoni prima. Nel caso può chiedere all'ufficio elettorale di rinunciare alla nomina, o presentare il suo problema per ottenere maggiori informazioni.
  • Federico
  • Mi domandavo se fosse possibile fare la rinuncia come scrutatore e andare a scolgere il compito di segretario in un altro seggio.
  • Per Federico
  • Si può chiedere rinuncia per motivi validi, ma non credo si possa poi svolgere ugualmente altro ruolo presso i seggi... Chieda all'ufficio elettorale.
  • David
  • Salve, sono stato nominato presidente di seggio nel mio comune di residenza in Puglia e attualmente sto lavorando come insegnante in Valle d'Aosta. Ho diritto a qualche permesso retribuito per raggiungere la sede del seggio? Grazie
  • Per David
  • Di solito si ricopre il ruolo di presidente nel Comune di residenza. Non sono previsti contributi per il viaggio.
  • Rita
  • Salve, sono un presidente di seggio e per la prima volta dopo anni di onorato servizio non sono stata designata per il referendum del 4 dicembre p.v. Sono in ansia per questa destituzione inaspettata. Cosa potrebbe essere successo? Grazie in anticipo
  • Per Rita
  • Ogni Comune può agire secondo le proprie regole. Alcuni, ultimamente, privilegiano i disoccupati per la scelta dei componenti del seggio. Potrebbe essere un motivo.
  • Luigi
  • Salve, dovrò fare il segretario al referendum del 4 dicembre. Ho già esperienza con quello di aprile, ma c'è una domanda alla quale non ho ancora trovato risposta: i membri di un seggio possono recarsi a votare presso la sezione in cui sono registrati, abbandonando momentaneamente il seggio a turno? Leggo che il presidente e gli altri membri hanno la facoltà di votare nella sezione in cui sono in servizio, ma se volessero recarsi presso quella dove sono iscritti sussisterebbe qualche problema?
  • Per Luigi
  • Da presidente di seggio le posso dire che, anzi, (io) chiedo ai componenti del seggio se possono andare a votare nel proprio seggio, per evitare problemi di conteggio schede. Poi, ovviamente, non si può obbligare, è un loro diritto votare nel seggio dove lavorano. Se abita vicino può chiedere al presidente di assentarsi per votare, o vota prima o dopo la pausa pranzo.
  • Giuseppe
  • Salve, complimenti per il sito davvero molto utile. Volevo sapere se è vera questa notizia che circola sul web, secondo cui per un semplice elettore sarebbe possibile assistere alle operazioni di scrutinio delle schede, poiché pubbliche.
  • Per Giuseppe
  • Salve, alle operazioni di scrutinio possono assistere gli elettori della medesima sezione. Buon proseguimento.
  • Silvia
  • Buongiorno, vorrei sottoporvi un quesito. Sono stata scrutatrice per le elezioni del 5 giugno, mi sono presentata sabato pomeriggio per il ballottaggio del 19/6 e scopro che la Presidente di seggio ha sostituito tutti gli scrutatori, senza farci avere nessuna notifica, abbiamo chiesto spiegazioni e la risposta è stata che è nelle sue facoltà. Ma è vero?! Grazie per la risposta.
  • Per Silvia
  • Gli scrutatori sostituiti sono arrivati in ritardo? Contatti l'ufficio elettorale e chieda spiegazioni. Domenica saranno aperti per tutta la durata delle elezioni.
  • "La legge prevede il caso in cui, all’atto della costituzione del seggio, tutti o alcuni degli scrutatori non si presentino oppure ne sia mancata la nomina. In tal caso, il presidente provvede alla loro sostituzione chiamando alternativamente il più anziano e il più giovane fra gli elettori presenti".
  • A mio modesto parere, il fatto che il presidente di seggio sostituisca tutti gli scrutatori a proprio piacimento, anche se quelli designati si siano presentati, è alquanto sospetto.
  • Marco Per Giulio
  • Ho letto precedentemente che tu sottolinei il fatto che debba essere il Presidente a riconsegnare i plichi a fine scrutinio... credo non sia del tutto corretto; sul manuale dei compiti degli scrutatori del ministero dell'interno è espressamente scritto che fra i loro compiti c'è quello di consegnare le buste e i plichi. Quello scritto sopra e cioè che il Presidente di seggio deve Curare la consegna non vuol dire "Portare" ma vuol dire che volendo Delega uno scrutatore (con apposito foglio di delega che ci consegnano già prestampato, che si attaccano sopra le buste da consegnare) ed esso non si può tirare indietro poiché fa parte di uno dei suoi compiti per cui è pagato.
  • Diego 
  • Buonasera, innanzitutto mi complimento per il sito, funzionale e chiaro: utilissimo. Sono stato chiamato a svolgere ruolo di scrutatore a queste elezioni amministrative 5 giugno 2016, è stato molto faticoso, nonostante una non eccelsa affluenza, sia in ragione dello spoglio a ridosso della chiusura del seggio ai voti (ore 23) ed ad oltranza nella notte, sia a causa della inadeguatezza del nostro presidente d seggio. Morale: chiusura conteggi alle ore 9 del 6 giugno. Avendo preso servizio alle 7 del 5 giugno, 26 ore di seguito al lavoro. Detto quanto sopra ho le seguenti domande da esporre: 
  • - si può in qualche modo presentare reclamo/diffida contro il proprio presidente di seggio? Nessun atto contrario alla legge, per carità, ma se non era per due rappresentanti di lista noi non avremmo finito neanche per pranzo! Quello non può tornare a fare il presidente!
  • - Perché i nostri legislatori richiedono lo spoglio immediato in piena notte sarebbe così male tornare alle 7 del mattino riposati e più pro attivi per chiudere le operazioni entro pranzo? 
  • - viene corrisposto davvero poco per la delicatezza del compito svolto, come si può richiedere un “ritocco”? 
  • Grazie, Diego
  • Per Diego
  • Salve, ha toccato diversi punti interessanti. Il desiderio degli scrutatori è avere un presidente efficiente e veloce. Ma è lo stesso desiderio che hanno i presidenti nei confronti degli scrutatori. Non sempre è possibile avere ciò che si vuole. Le nomine sono gestite da Ufficio Elettorale e Corte d'Appello, può contattare i relativi uffici per chiedere informazioni su eventuali segnalazioni (ma credo che queste siano accolte solo se un componente di seggio fa qualcosa di illegale).
  • Quando si votava il lunedì (fino a due anni fa), lo spoglio iniziava il primo pomeriggio. Ora con la votazione in un giorno non è più possibile (purtroppo); credo l'abbiamo fatto per contenere i costi, che aumenterebbero con un giorno in più.
  • I compensi sono fermi al 1994... dovrebbe "chiedere un aumento" al Ministero dell'Interno.
  • Graziano 
  • Salve, avrei una curiosità particolare da porre: come viene richiesto il mio riconoscimento di semplice elettore, da parte del presidente del seggio al momento della mia presentazione al seggio, posso anch'io chiedere al presidente del seggio o altri componenti, di esibire un loro documento, qualora io non li conoscessi?
  • Per Graziano
  • Molti comuni pubblicano i nomi di scrutatori e presidenti, specificando il seggio relativo. Non sono informazioni riservate. Non conosco regolamenti specifici che riguardano la richiesta diretta di documenti al presidente di seggio, ma questi dati sono disponibili a tutti gli elettori: basta contattare gli uffici elettorali del Comune o della Corte d'Appello.
  • Alessia 
  • Ho fatto da scrutatrice alle ultime elezioni amministrative e nel nostro seggio è nata una piccola discussione che purtroppo credo si ripeterà per il ballottaggio. Il nostro presidente di seggio ha preteso che uno scrutatore andasse a consegnare le schede e i verbali a fine scrutinio, affermando chiaramente che lui non doveva assolutamente farlo. A noi è sembrato molto strano, ma non sapevamo come ribattere. Leggo ora su questo sito che invece dovrebbe andarci proprio lui. Mi piacerebbe sapere se questa regola è inserita all'interno del manuale e se si dove, di modo da poter ribattere la prossima volta. Grazie.
  • Per Alessia
  • Strano, molto strano. Il presidente di seggio (unico responsabile e firmatario della consegna del materiale) deve riportare il tutto personalmente. Ecco il testo: "Il presidente del seggio, non appena completate tutte le operazioni di competenza dell’ufficio [...], deve infine curare la riconsegna del materiale elettorale al rappresentante del comune o al rappresentante della forza pubblica più elevato in grado in servizio presso la sezione" (Cap XXVIII, pag 87 del manuale).
  • Dovrebbe contattare l'ufficio elettorale per segnalare il fatto e chiedere se è prassi normale la riconsegna da parte di uno scrutatore.
  • Mario 
  • Egregi Signori, un mio amico è stato designato dal comune per svolgere lo scrutatore, ma trovandosi impossibilitato a presentarsi perchè fuori città mi ha proposto di sostituirlo facendomi recapitare lettera di presentazione una sua delega corredata dalla fotocopia del proprio documento d'identità. La mia domanda è.... Tutto ciò è regolare o si può incorrere in sanzioni pecuniarie?
  • Per Mario
  • In caso di non presentazione dello scrutatore designato, il presidente di seggio sceglie tra coloro che si presentano come volontari presso la sede del seggio (ve ne sono ad ogni elezione) e che abbiano la residenza nel medesimo Comune del seggio. Quindi, le basterà presentarsi davanti al seggio, la delega non ha valore.
  • Francesca 
  • Buongiorno, sono presidente di seggio per la prima volta nel comune di Torino, vorrei sapere, visto che lo spoglio per il sindaco si fa domenica notte, mentre l'altro il lunedì pomeriggio, tutte le schede vanno consegnate in due volte o tutte il lunedì, una volta finiti entrambi gli scrutini? Grazie 
  • Per Francesca
  • Una volta; appena chiuso il seggio (probabilmente sarà di notte, tra domenica e lunedì) si consegna tutto il materiale ancora in dotazione.
  • Giulio 
  • Buonasera, volevo sapere alla fine dello spoglio...di solito viene fatto a votazione su chi deve portare le schede, qualora uno scrutatore non volesse, sapete indicarmi se deve provvedere il Presidente/Segretario o altro dei 3 scrutatori? Oppure vi è una postilla sul manuale che indica che in tal caso il Presidente ha il dovere di portare le schede. Grazie.
  • Per Giulio
  • Il compito è solo del Presidente di seggio. Se qualcuno, tra segretario e scrutatori vogliono accompagnarlo, possono farlo ma non sono obbligati. In alternativa ci si deve informare presso l'ufficio elettorale per capire se sia stato attivato un servizio trasporto (ma potreste attendere parecchio tempo).
  • Piero 
  • Salve mia moglie è stata designata scrutatrice alle comunali 2016 se non si presenta che succede. Incorre in penalità. E con quale criterio viene scelto il successore.
  • Per Piero
  • Salve, legga le risposte fornite qui sotto ad "Anonimo" e più in basso a "Stella".
  • Anonimo
  • Salve, pur non essendo iscritta all'albo mia madre ha appena ricevuto una nomina a scrutatore. È una cosa prevista o potrebbe essere un errore? Qualora non si presentasse sono previste sanzioni? Grazie.
  • Per anonimo
  • Salve, dovrebbe contattare l'ufficio elettorale del suo Comune per avere maggiori informazioni in merito e capire come fare per presentare rinuncia. Le procedure possono variare da città a città. Non è mai stata iscritta in tutta la sua vita? L'iscrizione è a tempo indeterminato, potrebbe anche essersi iscritta 30 anni fa.
  • Vera
  • Buon giorno, spero di ricevere risposta da voi riguardo un' informazione. Nelle elezioni del 2014 sono stata chiamata per fare la scrutatrice. Anche quest'anno è accaduto, con la differenza che mi sono accorta che sono stata chiamata come "scrutatrice speciale" . Non sapendo bene cosa volesse dire ho fatto una ricerca sul web, confermandomi che speciale voleva dire che era negli ospedali, nei carceri ecc. Infatti dove dovrò andare e un' ospedale. Solitamente si è composti da un presidente e 4 scrutatori, ma su internet c'è scritto che nei seggi speciali c'è solo un presidente e 2 scrutatori. Vi dico questo perché ho scaricato il modulo del mio comune per vedere quanti saremo nella mia sezione, e sono segnati (compresa) me 6 persone, con la differenza che io e un'altra c'è scritto "scrutatori speciali", mentre i rimanenti " scrutatori ordinari," ma quale differenza c'è?. Perché sono segnate 6 persone se si dice che devono essere in tutto 3? E poi, ho letto che (riguardante sempre i seggi speciali), finite le votazioni le schede vengono messe in dei plichi e portate nella sezione elettorale per poi essere immesse nelle urne destinate a contenere le schede votate. E non c'è nessun'altra incombenza affidata sia al presidente che agli scrutatori e non si prende atto delle autenticazioni delle schede che dovranno essere eseguite unicamente dagli scrutatori del seggio normale. Ma cosa vuol dire? Che noi termineremo sempre alle 23, ma senza fare lo scrutinio? Per favore rispondetemi vi ringrazio.
  • Per vera
    Salve, in pratica il seggio speciale è appoggiato ad un seggio elettorale “normale”, dove vi saranno le cabine per votare, le urne, i registri, gli scrutatori, il presidente e il segretario. I componenti del seggio speciale agiscono per conto del seggio a cui fanno riferimento, dove poi porteranno le schede votate, che saranno inserite nell'urna. E' vero, il seggio speciale non partecipa a tutte le altre operazioni, dalla vidimazione allo scrutinio. La mole di lavoro e responsabilità sono ridotte, ed è per questo che il compenso è minore rispetto ad un seggio classico.
  • Samantha
    Salve vorrei sapere se chi ha carichi penali pendenti può svolgere la funzione di segretario di seggio.
  • Per Samantha
    Secondo il regolamento, il segretario "non deve incorrere in cause di esclusione dalle funzioni di componente del seggio, come previste dall’art. 23 del T.U. n. 570/1960 (Sono esclusi dalle funzioni di presidente di Ufficio elettorale di sezione, di scrutatore e di segretario:
    a) coloro che, alla data delle elezioni, hanno superato il settantesimo
    anno di età;
    b) i dipendenti dei Ministeri dell’interno, delle poste e telecomunicazioni e dei trasporti;
    c) gli appartenenti a Forze armate in servizio;
    d) i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
    e) i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali;
    f) i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.
    Detto questo, le conviene comunque chiedere all'ufficio elettorale del suo Comune
  • Anonimo
    C'è un vincolo di parentela nella scelta del segretario da parte del presidente?
  • Per anonimo
    No
  • Roberto
    Se un elettore vota per una lista senza mettere la croce sul nome del candidato sindaco e scrive due nomi di cui uno è della lista indicata e l'altro di un'altra lista, come si assegnano i voti? La scheda è valida o nulla? 
  • Per Roberto
    Beh, dovrebbe essere nulla perché non è chiara la volontà dell'elettore. Potrebbe aver sbagliato quadrante e scrivendo due nomi come candidati non è possibile capire la sua scelta.
  • Giovanni
    Salve sono stato nominato Presidente di Seggio Sezione n. 1, per le prossime elezioni comunali nel mio paese inferiore ai 15000 abitanti, vorrei un chiarimento se è possibile, mi è stato detto che il Presidente della Prima Sezione, dovrà alla fine dello scrutinio raccogliere i verbali di tutte le Sezioni e procedere alla Proclamazione degli eletti con apertura delle buste contenenti i verbali, controllarli, ecc... Mi è stato detto anche che ho la possibilità di decidere se terminato lo scrutinio, rimandare al giorno successivo per quanto detto sopra. Poi mi è stato detto anche, che sarò retribuito con qualcosa in più, a lei risulta tutto questo? Grazie della risposta.
  • Per Giovanni
    Salve, non ho mai sentito parlare di consegna il giorno dopo. Appena finito lo scrutinio si consegna tutto al Comune. Chi le ha parlato di questa possibilità? Per conferme chieda all'Ufficio Elettorale.
  • Agostino
    Salve, sul manuale elezioni amministrative è riportato che l'elettore può presentarsi alla votazione con sentenza del sindaco. Esiste ancora questa possibilità? Quali sono i casi per una sentenza del sindaco? Quanti giorni prima delle elezioni deve intervenire tale sentenza? Riguarda tutte le regioni? Grazie per la risposta.
  • Per Agostino
    Salve, un elettore che vota con sentenza del Sindaco? Per quale motivo dovrebbe servire? Se ha la residenza, la tessera elettorale, vota normalmente. Mi scusi ma non conosco il caso da lei segnalato.
  • Paola
    Sono alla mia prima esperienza di presidente di seggio. Mi sono chiari i requisiti del segretario, ma dove si sceglie? tra gli scrutatori?
  • Per Paola
    Salve, può scegliere tra tutti i diplomati che hanno residenza nel Comune del seggio che dovrà presiedere. Una persona fidata, un conoscente, un parente, qualcuno che le ispiri fiducia, poiché il segretario compilerà tutti i registri.
  • Chiara
    Buongiorno, sapete dirmi quando verrà reso pubblico il manuale per le elezioni amministrative del 5 giugno 2016? Posso, nel frattempo, fare affidamento su quello del 2015? Grazie
  • Per Chiara
    Salve, non è stato ancora reso pubblico. Tuttavia i manuali vecchi sono praticamente identici a quelli nuovi, poiché le leggi sono le medesime, cambiano solo le date.
  • Giulia
    Buongiorno, tra le copie dei verbali c'è n'è una che deve essere trattenuta dal presidente? In tal caso per quanto tempo va conservata? Grazie
  • Per Giulia
    I verbali (insieme a tutti i registri) vanno riconsegnati. Di che verbale sta parlando?
  • Giovanna
    Salve! Sono al mio primo incarico come presidente di seggio. o più e più volte letto le istruzioni sul sito dell'interno, ma mi sfugge un passaggio. Si parla di una consegna del materiale al presidente il sabato mattina, ma senza precisare l'orario e senza dire poi cosa si dovrà fare con questo materiale. Qualcuno può chiarirmi le idee? Grazie a chi vorrà rispondere
  • Per Giovanna
    Trovi diverse risposte in merito, seguendo il collegamento in alto "Consigli per presidenti di seggio"
  • Luigi
    Se nella mia lista sezionale trovo elettori per i quali è indicato che risiedono all'estero e dal comune non mi viene consegnato alcun elenco di elettori residenti all'estero che hanno optato di votare in Italia e nella lista sezionale non c'è la dicitura vota all'estero. Questi elettori vanno conteggiati o no nel calcolo delle schede da autenticare ?
  • Per Luigi
    Se i votanti sono indicati nella lista, significa che hanno diritto di voto e devono essere conteggiati.
  • Aiuto
    Salve, il presidente può nominare un segretario di seggio che risiede in un comune diverso da quello in cui si vota? (si tratta di un caso in cui sono differenti anche le province).
  • Per Aiuto
    Salve, come può leggere nel manuale sopra indicato, il segretario di seggio:
    - deve essere iscritto nelle liste elettorali del comune in cui ha sede il seggio;
    - deve essere in possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istituto di istruzione secondaria di secondo grado;
    - non deve incorrere in cause di esclusione dalle funzioni di componente del seggio.
  • Mari
    Salve, sono Mari. Mi hanno appena proposto di fare da segretario di seggio alle prossime elezioni per il referendum. Non l'ho mai fatto, ho fatto in passato la scrutatrice e anche il presidente ma mai il segretario... consigli e indicazioni in merito? Grazie
  • Per Mari
    Basterà seguire le indicazioni del presidente di seggio. Trascorra il tempo a leggere i verbali, dove troverà tutte procedure da seguire. Poi individui altri segretari nei seggi vicini, qualcuno che sembra abbia esperienza e si consulti con loro.
  • Tiziana
    Salve, risiedo nel comune di Cagliari e solo lunedì o avuto notizia di essere stata nominata presidente di seggio per i referendum. La nomina ufficiale avverrà domani. Sarà che sono alla prima esperienza ma non è poco il tempo di preavviso? Vi ringrazio per tutte le informazioni utili che mi state dando.
  • Per Tiziana
    Ciao, io la prima nomina da presidente l'ho avuta il giovedì, due giorni prima dell'insediamento del seggio. Di solito questo capita se un altro presidente rinuncia all'ultimo e quindi viene cercato un sostituto iscritto all'albo.
  • Mariangela
    Salve... mi sorge un dubbio e poiché mi hanno scelta come segretario del seggio in vista delle prossime elezioni puntando sulla mia affidabilità non vorrei tradire aspettative. Per calcolare in percentuale il numero degli elettori che si sono recati alle urne (per le stime delle ore 12 19 22 ) c'è un coefficiente numerico da utilizzare giusto? Se si quale? L'ho fatto tanto tempo fa purtroppo... Grazie per l'aiuto.
  • Per Mariangela
    Per le stime non è richiesta la percentuale ma solo il numero votanti e il totale aventi diritto. Io scrivevo le percentuali sulla lavagna del seggio, per fare un favore agli elettori che volevano sapere l'affluenza. Ma basta una semplice formula matematica: (N° votanti effettivi x 100) / (numero totale elettori previsti).
  • Stella
    L'ufficio di scrutatore di seggio può essere ceduto a un componente della famiglia?
  • Per Stella
    In teoria, no. Ma se il designato scrutatore non dovesse presentarsi al seggio il sabato pomeriggio, a quel punto il presidente di seggio sceglierebbe un altro scrutatore tra quelli presenti fuori dall'aula (alcuni cittadini, non nominati, si recano presso i seggi per prendere il posto di coloro che non si sono presentati)
  • Anonimo
    Salve, volevo sapere se è possibile chiedere al Comune di residenza di cancellare su richiesta dell'interessato il proprio nominativo dalla lista di coloro che si candidano a Presidenti di seggio. Se si, ciò comporta l'impossibilità a ricandidarsi in futuro? Si viene cancellati anche dalla lista degli Scrutatori? Grazie in anticipo!
  • Per anonimo
    Salve, il problema è che ogni Comune ha le sue regole. In alcuni vi sono moduli appositi per togliere il proprio nome dall'albo. In altri non è possibile togliersi ma si può andare alla Corte d'Appello e compilare il modulo di rinuncia alla singola elezione. Contatti l'ufficio elettorale.
  • Stefano
    Buongiorno, sono stato nominato Presidente di seggio. Posso nominare segretario una persona residente in un altro comune? Grazie.
  • Per Stefano
  • No, uno dei requisiti è la residenza.
  • Giacomo
  • Salve, avrei una domanda in merito al riposo compensativo in vista del referendum previsto.. specificando che lavoro nel privato con 5 giorni su 7 lavorativi e che è previsto l'insediamento il sabato pomeriggio, votazione domenica sino alle 23 e che... probabilmente si andrà oltre la mezzanotte per le varie operazioni e trascrizioni su verbali, avrei in quel caso diritto a 3 giorni di riposo compensativi o comunque 2 ed il lunedì risulta come se avessi lavorato? Grazie mille anticipatamente.
  • Per Giacomo
  • Provi a leggere Riposo compensativo per Presidente di seggio, Scrutatore, Segretario.
  • Paolo - Salve, sono Paolo, volevo un'informazione. Sono arrivato al seggio elettorale con 2 minuti (precisi) di ritardo e il presidente aveva già aperto il seggio, nominato e registrato un sostituto, così non ho potuto ricoprire il ruolo di scrutatore; è lecito?
  • Per Paolo - Solitamente si attende un quarto d'ora, prima di ricorrere alla sostituzione. Segnali il fatto all'ufficio elettorale del Comune.
  • Salvatore
  • Salve, sono Salvatore, volevo un informazione. Siccome per questa tornata elettorale 31/05/2015 ero stato nominato scrutatore ma per motivi di famiglia ho dovuto rinunciare alla nomina con relativa rinuncia protocollata al Comune. Siccome un mio amico mi ha chiesto di fare il segretario al seggio di un altra sezione dello stesso Comune, volevo chiedervi se posso farlo oppure c'è un incompatibilità?
  • Per Salvatore
  • Intende dire che i motivi che le impedivano di lavorare ai seggi non esistono più? Non so se il Comune faccia questi controlli incrociati e se ciò non sia lecito. In situazioni normali lei può benissimo fare il segretario presso altro seggio, se nominato dal presidente e in possesso dei requisiti richiesti (residenza e diploma). Per togliersi ogni dubbio può chiedere direttamente all'ufficio elettorale.
  • Gianna
  • Gentilissimi, un presidente di seggio destituito può fare ricorso al provvedimento ed eventualmente riessere nominato?
  • Per Gianna
  • Mi sembra si debba fare ricorso entro 30 giorni dalla data del provvedimento. Dovrebbe comunque informarsi presso il Comune di residenza.
  • Massimo
  • Gentili signori, innanzitutto complimenti per la documentazione disponibile sul vostro sito. Ho una domanda per voi. Sono stato nominato Presidente di Seggio Ordinario per una Sezione di Roma. È la mia prima esperienza nel ruolo. Sto leggendo il “Manuale Elezioni Europee 2014” e alla nomina del Segretario del seggio elettorale leggo: "Il segretario è scelto dal presidente, di solito, prima dell’insediamento del seggio. Il segretario: deve essere iscritto nelle liste elettorali del comune in cui ha sede il seggio; deve essere in possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istituto di istruzione secondaria di secondo grado (ecc...)". Io, nella mia ignoranza, pensavo di dover eleggere il Segretario tra gli scrutatori che incontrerò il sabato all’apertura del seggio per le operazioni organizzative. Invece comprendo ora che la mia ipotesi è errata. Mi chiedo e vi chiedo cortesemente, ma concretamente come faccio ad eleggere il Segretario? Devo recarmi presso l’ufficio elettorale della mia città e scegliere un nome a caso tra gli elettori? La cosa mi sembra improbabile oltreché assurda. Vi sarei molto grato se voleste chiarirmi le idee e darmi qualche consiglio. Grazie infinite. Cordialità.
  • Per Massimo
  • Salve, solitamente il segretario viene scelto tra le persone fidate, un amico, un parente, un conoscente, qualcuno di cui ci si fidi, in modo tale da avere un supporto durante le operazioni. Lei non conosce nessuno con i requisiti richiesti? Altrimenti può chiedere all'ufficio elettorale di procurarne uno, magari chieda già adesso. Buon proseguimento.
  • Anonimo
  • Segnalo dopo una prima esperienza come presidente di seggio la notevole non preparazione per assumere tale incarico che dovrebbe essere data alle persone alle quali tale incarico viene assegnato me notificato. Quindi una preparazione anticipata per poter svolgere detto mandato nella completa serenità nonché collaborazione. Cordiali saluti.
  • Per anonimo
  • In alcuni Comuni è previsto un corso per principianti presidenti di seggio. Dopodiché è indispensabile imparare bene il manuale, ove son scritte tutte le procedure e le indicazioni sui casi particolari. Infine l'esperienza crea quel valore aggiunto utile per cavarsela in tutte le situazioni. 
  • Detto questo non vi son dubbi sul fatto che il rapporto responsabilità-lavoro / compenso sia altamente ingiusto verso i presidenti di seggio, che meriterebbero qualcosa in più.
  • Veronica
  • Ho fatto scrutatrice, segretaria e vicepresidente diverse volte, ed ora per la prima volta il presidente, nominata in mancanza del presidente designato. Ho portato la domanda di iscrizione all'albo dei presidenti in Comune, ma è vero che si può fare solo il mese di ottobre, oppure in qualsiasi periodo tra il primo gennaio e il 31/10?
  • Per Veronica
    Spesso l'iscrizione avviene in autunno, nei mesi di ottobre e novembre. Tuttavia conviene contattare l'Ufficio Elettorale del proprio Comune. Trova i riferimenti sul sito ufficiale del medesimo Comune. Buon proseguimento.
  • Laura - Salve, sono un presidente di Seggio e volevo sapere quali sono i motivi per i quali il presidente può venire destituito dal suo incarico, chi prende la decisione e se se ne dà comunicazione o semplicemente non si viene convocati! Grazie.
  • Per Laura
    Legge 21 marzo 1990, n. 53:
    4. Il presidente della corte d’appello nel mese di gennaio di ogni anno dispone la cancellazione dall’albo:
    - di coloro che non hanno i requisiti stabiliti dalla legge;
    - di coloro che, chiamati a svolgere le funzioni di presidente di seggio elettorale, non le abbiano svolte senza giustificato motivo;
    - di coloro che hanno presieduto seggi le cui operazioni sono state annullate con decisione del giudice amministrativo anche non definitiva;
    - di coloro che sono stati condannati, anche con sentenza non definitiva, per i reati previsti e disciplinati nel titolo VII del testo unico n. 361 del 1957 e nel capo IX del testo unico n. 570 del 1960;
    - di coloro che, sulla base di segnalazione effettuata dai presidenti degli uffici immediatamente sovraordinati agli uffici elettorali di sezione, e comunque denominati, si sono resi responsabili di gravi inadempienze.

64 commenti:

  1. Sono stato convocato per la prima volta come presidente di sezione, ho individuato il segretario, ma come faccio ora per la convocazione? Devo recarmi presso l'ufficio elettorale? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ricevuto la nomina, quindi hai un documento. Dovrebbe esserci scritto tutto: luogo, data, orari

      Elimina
    2. Scusi ma non sono stato chiaro, devo convocare un segretario che necessita di una convocazione scritta da presentare a lavoro prima di sabato, cosa è previsto in questo caso? Grazie

      Elimina
    3. Non c'è una convocazione scritta del segretario. A fine elezione, ogni componente di seggio può avere (dal presidente) il foglio presenza (blocchetto che sarà consegnato insieme al resto del materiale dall'incaricato del Comune), dove sarà certificato il lavoro al seggio di tutto il periodo (dalle 16 del sabato a domenica notte/lunedì mattina). E' sempre stato così. Il presidente e gli scrutatori hanno la nomina del Comune, mentre il segretario è nominato dal presidente di seggio. Le aziende dovrebbero saperlo, non mi è mai capitata questa richiesta.
      Se proprio vuole, può scrivere lei due righe dove dichiara di essere il presidente di seggio, della sezione numero... del Comune.... e che ha nominato tal dei tali come segretario nei giorni 3-4 marzo (e forse 5 marzo).
      In ogni caso, lunedì, il segretario avrà la giustificazione con tanto di timbro di sezione (più ufficiale di così...).

      Elimina
    4. PS: Il primo documento ufficiale, dove appare il nome del segretario, lo produce il presidente di seggio sabato pomeriggio in occasione dell'insediamento del seggio (ore 16).

      Elimina
  2. Buongiorno,
    Sono stata nominata per la prima volta segretaria di seggio e abito in provincia di Roma. Vorrei sapere quale manuale consultare per informarmi e prepararmi. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, come indicato nel testo sopra, pubblicheremo il manuale non appena il Ministero lo divulgherà. Buon proseguimento.

      Elimina
  3. Buonasera,
    Sono stata nominata Presidente per le prossime votazioni politiche volevo avere dei consigli circa lo scrutinio, voi come lo vorreste gestire.?? Come verranno riportati i voti sil registro???

    RispondiElimina
  4. ho ricevuto la nomina a presidente,ho scelto il segretario, però non leggo da nessuna parte come inserire questa persona nel seggio,deve darmi dei documenti da allegare a qualche verbale?come funziona? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, i dati del segretario verranno chiesti il sabato dell'istituzione del seggio. Il giorno prima delle votazioni. Buon proseguimento

      Elimina
  5. MANUALE
    ELETTORALE
    Norme per le elezioni politiche
    gennaio 2018
    Camera dei deputati
    (Non è questo il manuale ?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, è stato divulgato il 16 febbraio. Trova il link qui sopra nel testo. Buon proseguimento

      Elimina
  6. Salve, ancora non è stato pubblicato il manuale d'istruzione sulle prossime elezioni? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, è stato reso pubblico il 16 febbraio. Legga sopra nel testo. Buon proseguimento.

      Elimina
  7. Salve, è stato pubblicato il manuale delle istruzioni sulle prossime elezioni? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è disponibile online da ieri (venerdì). Trova i riferimenti nel post qui sopra. Buon proseguimento.

      Elimina
  8. buongiorno
    torno a fare il presidente di seggio dopo averlo fatto molte volte in gioventù.
    ho letto dalle istruzioni che bisognerà numerare tutte le schede dopo averle firmate e bollate e che prima di deporre la scheda nell'urna bisognerà staccare il pezzo dove è riportato il numero.
    mi sembra un ulteriore affastellarsi di adempimenti che ci potevano risparmiare.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo un rallentamento e sicuramente code. Pure io presidente, devi prendere nota del codice alfanumerico prima che l’elettore entri, una volta uscito devi ricontrollare e poi staccare

      Elimina
    2. Rileggendo bene pare proprio di sì. Un ulteriore ostacolo alla "speditezza" richiesta nelle operazioni elettorali del seggio. Un controllo in più che richiederà maggiore attenzione.

      Elimina
  9. Buongiorno, mi complimento per il materiale. Sarò presidente il 4 marzo, mi chiedevo... è possibile che un elettore ritiri solo la scheda del senato oppure solo della camera (ad esempio per un motivo ideologico o di altra natura, ma non legato al fatto del compimento del 25° anno di età)? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, sì, è previsto:
      "l'elettore può astenersi dalla partecipazione al voto per una o più di esse e quindi può legittimamente ritirare la scheda per una elezione e rifiutarla per un’altra. Gli scrutatori prendono nota, sia nei riquadri stampati nel retro della pagina di copertina del registro, sia nella lista sezionale a fianco del nome dell’elettore, delle consultazioni cui il predetto non partecipa e per le quali non può quindi essere considerato come votante".

      Elimina
  10. Buongiorno, in vista delle prossime elezioni politiche e regionali (Lombardia) vorrei porre alcuni quesiti:
    1) il nuovo tagliando "antifrode" dovrà essere utilizzato (oltre che per Camera e Senato) anche per le schede vidimate per le Regionali Lombardia?
    2) Per la determinazione delle schede da autenticare per ogni sezione si deve prendere il numero degli elettori iscritti nelle liste della sezione più/meno gli elettori indicati nelle eventuale liste aggiuntive ricevute (par.8.2). In caso elettori ricoverati in luoghi di cura che hanno chiesto di votare dove ricoverati : vanno sottratti al numero elettori della sezione ? Vi è un apposito paragrafo del verbale dove vengono annotati o vengono direttamente tolti dal numero degli iscritti nelle liste di sezione (come per i deceduti)?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve,
      1) non è ancora chiaro: sul sito del Ministero dell'Interno si parla solo di Politiche; e sul fac-simile della scheda elettorale regionale non appare la sezione del bollino. In teoria dovrebbe, dato che le motivazioni sono le medesime, ma non si ha ancora conferma.
      2) Sul manuale vengono spiegate tutte le procedure passo-passo. Così come nei verbali, che non lasciano nulla al caso. Il numero degli elettori è certo e include tutti coloro che vengono segnalati, sia nel registro dei votanti, sia nell'elenco dei ricoverati. Alla fine avrai un tot di elettori: base + aggiunti - deceduti + ricoverati (per questi ultimi devi vedere se sono aggiunti o sono già presenti nel registro).
      Dopodiché tutto dipende da chi andrà a prendere i voti nei luoghi di cura (potrebbe esserci un "seggio volante" con un altro presidente, che poi ti porterà il materiale, e imbucherà le sue schede elettorali nelle urne).

      Elimina
  11. Buongiorno, sono stata nominata presidente di seggio per le elezioni del 4.3.2018. Non ho purtroppo un segretario da nominare. In questo caso come devo comportarmi? Non vorrei rinunciare all'incarico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, lo comunichi all'ufficio elettorale, saranno loro a procurarne uno. Intanto provi a cercare una persona di cui si fidi, con un diploma, anche parente

      Elimina
  12. Buongiorno, sono stata nominata presidente di seggio per le elezioni del 4.3.2018. Non ho purtroppo un segretario da nominare. In questo caso come devo comportarmi? Non vorrei rinunciare all'incarico

    RispondiElimina
  13. Buongiorno, sono stata nominata presidente di seggio per la prima volta, chiedo come bisogna comportarsi nel caso del voto sul simbolo del partito e anche su un solo candidato del listino, ho letto pareri discordanti, chi dice nullo e chi dice valido. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dico sempre, vale la regola della salvaguarda del voto dell'elettore. Può sbagliare, ma se risultano chiare le sue intenzioni di voto, il voto deve essere "salvato", validato. Nel testo qui sopra ho aggiunto alcuni casi particolari.

      Elimina
  14. Buonasera,

    complimenti ottimi consigli; volevo chiederle il tagliando antifrode deve essere messo dopo le firme e il bollo (sabato)???? poi se il voto è solo sul partito va dato anche al candidato collegato??? se solo al candidato???,

    saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in fase di preparazione del seggio, il sabato.
      Nel testo qui sopra trova il collegamento ai "Casi particolari"

      Elimina
  15. dove deve essere riportato il numero del tagliando anti-frode?????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, è spiegato sia nel testo (con link al fac-simile della scheda elettorale) che nel manuale (le istruzioni ufficiali)

      Elimina
  16. Buonasera sono stato nominato presidente per le prossime elezioni, volevo chiederle nel caso in cui l elettore votasse un candidato a cui è collegata una sola lista io nella tabella di scrutinio attribuisco il voto sia alla lista che al candidato o solo al candidato??
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, trova le risposte sopra, al collegamento "Casi particolari"

      Elimina
  17. Buongiorno, per le modalità di scrutinio nel manuale si menziona unicamente il metodo che prevede di estrarre e registrare le schede una ad una. Quali suggerimenti avrebbe per rendere meno lunga l'operazione, onde evitare di scoprire eventuali incongruenze a orari assurdi? In passato ho fatto il presidente a ballottaggi e referendum, in cui era molto più logico rovesciare tutte le schede e separarle... qui è più delicata la questione. Come procedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, potrà trovare tante informazioni leggendo la pagina segnalata qui sopra in "Risorse", dal titolo "Elezioni, consigli per presidenti di seggio". Buon proseguimento

      Elimina
  18. Buongiorno, sarò presidente di seggio e mi sto informando sui casi in cui il voto sia valido o nullo... non sono riuscito a trovare sul manuale alcuni casi:
    - se si vota solo con una croce sui nomi dei candidati al proporzionale e non sul simbolo, il voto è comunque valido per la lista (e quindi anche per il candidato uninominale), o è da annullare?
    - se si vota con un'unica croce grande su tutte le liste di una stessa coalizione, il voto è valido per il candidato uninominale?
    - se si vota con una croce sul simbolo e una su uno o più nomi dei candidati al proporzionale, il voto è da ritenere valido per quella lista o da annullare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, nel testo sopra trova il collegamento ad un'altra pagina dal titolo "Fac-simile scheda...Casi particolari", dove troverà alcune risposte.
      In generale, come è sempre stato, si deve sempre salvaguardare il voto dell'elettore. Quindi se sbaglia, se mette una x in più, ma la sua preferenza è certa, inequivocabile, il voto deve essere validato.

      Elimina
    2. Sì, anch'io sono dell'idea di cercare di assegnare sempre il voto, se possibile! Però sul manuale avrebbero potuto mettere qualche indicazione in più! Grazie mille!

      Elimina
    3. Sono le stesse domande che mi sono posta anche io e a cui non sono ancora riuscita a dare una risposta, se riesci ad avere più informazioni sarei grata le condividessi.....grazie

      Elimina
    4. Grazie a lei per la sua partecipazione. In bocca al lupo per il lavoro ai seggi.

      Elimina
    5. Per Anonimo: così come ha detto Emanuel, e come anche specificato sul manuale, adotterò il criterio di salvaguardia massima del voto, cercando di capire fino in fondo la volontà dell'elettore... nei casi che ho citato assegnerò sempre voto valido!
      Per Emanuel: grazie mille del "lavoro" che svolgi! crepi (o viva) il lupo! ;)

      Elimina
    6. Mi permetto di dissentire in un caso: se le'elettore traccia una sola grande X su tutte le liste di una coalizione, il voto è interamente nullo, poiché non è possibile capire quale lista abbia voluto votare. Siccome il voto è o totalmente nullo o totalmente valido (non può essere cioè valido per l'uninominale e nullo per il proporzionale), io considererei tutta la scheda nulla.

      Elimina
    7. Mi spiace ma non sono assolutamente d'accordo.
      Primo perché l'intenzione dell'elettore è chiara e inequivocabile. Secondo perché può benissimo rientrare nel caso seguente: "Se è tracciato un segno sul nome del candidato uninominale il voto è espresso anche per la lista ad esso collegata e, nel caso di più liste collegate, il voto è ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti nel collegio", quindi voto valido per il candidato e voto ripartito tra le liste. Questo è il caso.
      Dichiarare nullo tale voto sarebbe sbagliato e contro il principio di salvaguardia della validità del voto:
      "Nelle operazioni di scrutinio, il seggio elettorale deve anzitutto tener presente il principio fondamentale stabilito dalla legge e dal costante orientamento della giurisprudenza della salvaguardia della validità del voto (c.d. “favor voti”). Ciò significa che la validità dei voti ai candidati uninominali o alle liste collegate espressi nella scheda deve essere ammessa tutte le volte in cui si può desumere la volontà effettiva dell’elettore (c.d. univocità del voto)".

      Elimina
    8. anche io sono d'accordo con Emanuel! perché è chiaro che l'elettore voglia votare per quella coalizione e per quel candidato uninominale! quindi sarebbe assurdo annullare il voto... io l'ho chiesto solo per un confronto, ma l'idea è sempre quella di dare i voti validi il più possibile! chi vuole fare un voto nullo, sa come fare e non voterebbe in questo modo!

      Elimina
    9. OK chiarito, grazie.
      Rimane che se l'elettore vota due liste (cioè con due X), anche della medesima coalizione, la scheda è tutta nulla. Infatti "La scheda deve in ogni
      caso considerarsi nulla
      per mancanza di
      univocità del voto
      qualora siano votati più
      candidati uninominali o
      più liste."

      Elimina
    10. Purtroppo si arriverà ad un punto in cui i casi previsti dalla legge non rispecchiano la realtà ed inizia l'interpretazione personale, del tipo: sono due segni chiari e distinti oppure uno è un segno chiaro e l'altro sembra il risultato di una sovrapposizione delle schede o un momento di titubanza con una leggera traccia di matita?
      Se i due segni sono chiari, su due liste distinte, pur essendo dello stesso schieramento, allora dovrebbe valere quanto scritto a pagina 99:
      "Si ha la nullità della scheda nei seguenti casi:
      se l’elettore traccia segni di voto sul nominativo di più di un candidato uninominale o sul contrassegno di più liste anche se collegate tra loro;"
      Poi però viene un altro dubbio: se in quello schieramento ci sono solo quelle due liste ed entrambe vengono votate... che si fa? L'intenzione dell'elettore verso il candidato uninominale e verso lo schieramento è chiara... nulla o valida? Io, in tal caso, la darei valida, perché alla base per me c'è il principio di salvaguardia del voto, per cui l'elettore non voleva volontariamente annullare la scheda, voleva esprimere il suo voto e, per logica, dovrebbe essere paragonabile al caso in cui si vota solo per il candidato uninominale (con conseguente ripartizione del voto tra le liste collegate: in questo ultimo esempio, son due).
      Poi, prendete tutto con le pinze. Queste sono mie considerazioni che non vogliono essere prese come verità assoluta. L'interpretazione fa la differenza, dove la legge non arriva. E ognuno, in modo differente, predilige una norma sull'altra e viceversa.
      Nel dubbio, si mette a verbale spiegando il fatto, si chiede parere agli scrutatori e si può contattare l'ufficio elettorale.
      Buon proseguimento

      Elimina
  19. Buongiorno, queste saranno le mie prime elezioni da presidente di seggio e ho alcuni dubbi. Il primo e' di carattere organizzativo e riguarda la registrazione dei tagliandi antifrode: se ho capito bene il presidente, che si trova dietro le urne a consegnare le schede, deve annotare il codice del tagliando nelle liste di sezione che pero' sono in mano agli scrutatori per le consuete annotazioni per l'ammissione al voto, e dopo verificare che coincida....posso dettarlo allo scrutatore o dobbiamo passarci le liste avanti e indietro??? Scusate se sembra una stupidaggine ma mi pare fatto apposta per complicarci la vita.
    Seconda domanda: non mi ricordo se nel retro della pagina di copertina del registro si devono spuntare per il Senato anche gli elettori che non votano per eta' oltre a quelli che decidono di non votare?
    Vi ringrazio

    RispondiElimina
  20. Buonasera, ipotizziamo che elettore metta la croce su un candidato su cui è collegata una sola lista, sulla tabella di scrutinio io metto la preferenza sia al candidato che sulla lista??? O solo sulla candidato??? Parlo di registrazione sulla tabella di scrutinio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, è proprio uno dei primi esempi citati nella pagina "Casi particolari", il cui collegamento trova nel testo qui sopra.

      Elimina
  21. Buongiorno
    A proposito dei tagliando antifrode, mi sembra utile mantenere la medesima numerazione sulla scheda di camera e senato per ogni singolo elettore v altrimenti i numeri da confrontare e da riportare sarebbero due.
    Come gestire gli elettori sotto i 25 anni cui va consegnata una sola scheda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, si è praticamente risposto da solo. Si potrebbe iniziare la numerazione progressiva parallela tra le due schede, ma se gli elettori non hanno diritto (sotto i 25 anni) a votare sulla scheda del Senato o se altri ne chiedono solo una anziché due, il conteggio parallelo si sfasa, perdendo la sua utilità

      Elimina
    2. Si potrebbero mettere da parte le schede del senato saltate e continuare con la stessa numerazione per camera e senato! Infatti non è necessario che le schede siano consegnate in ordine progressivo!

      Elimina
    3. Sì, si può fare, ma mi pare un po' complicato. Dove mette le schede "saltate", non si rischia confusione, soprattutto nei momenti di maggior afflusso? Trattandosi di una novità assoluta, sicuramente ne sapremo di più dopo le elezioni. Nel caso, ci faccia poi sapere come è andata. Buon proseguimento

      Elimina
    4. Se nel mio seggio ho 700 elettiri per il senato e 740 per la camera io numero le schede del senato da 1 a 700 e quelle della camera da 1001 a 1700
      Le 40 in piu per chi vota solo alla camera le numero da 2001 a 2040 e le tengo in un mucchietto a parte da cui pesc g ero solo per gli elettori sotto i 25 anni con la C sulla lista elettorale
      Cosi i numeri sono sempre uguali per camera e senato

      Elimina
    5. Naturalmente abbiamo capito tutti ora che i numeri dei bollini erano progressivi e che quindi non si poteva avere lo stesso numero a camera e senato... Ma alla fine, per il mio seggio di 545 elettori e 417 votanti, il tagliando non ci ha creato grossi problemi... Anche se non so se sarà rimesso nelle prossime elezioni!

      Elimina
  22. Buon pomeriggio
    grazie dei consigli vorrei chiedere cosa fare o non fare se da una scheda non viene tolto il tagliando antifrode?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho detto ad un altro commentatore in queste pagine, essendo una novità non saprei. Penso che contatterei l'ufficio elettorale e chiederei se, al momento dello spoglio, si debba togliere il tagliando e/o mettere tutto a verbale.

      Elimina
  23. Buona sera, ho una domanda...per due volte sono stata nominata presidente di seggio, per la successiva tornata no. A cosa è da attribuire questa mancavate nomina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, solo l'ufficio elettorale e la Corte d'Appello possono avere la risposta.

      Elimina
  24. Scusate, ma se uno scrutatore non si presenta il giorno delle elezioni alle ore 7, cosa succede? A cosa va incontro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In tal caso il presidente deve provvedere a trovare un sostituto (tra i cittadini presenti nei pressi del seggio oppure chiedendo all'ufficio elettorale).
      Chi non si presenta senza giustificazione rischia una sanzione.

      Elimina
  25. Salve, volevo sapere se dopo lo svolgimento delle elezioni è automaticamente prevista la verifica di tutti i verbali di sezione da parte della Corte d'Appello o se questa avviene solo in caso di reclami. Grazie

    RispondiElimina
  26. Qualche giorno dopo avviene l'apertura pubblica del materiale. Non credo che abbiano tempo e risorse per controllare tutti i verbali. Non saprei.

    RispondiElimina

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione