Elezioni: riposo compensativo per Presidente di seggio, Scrutatore, Segretario

Anche con il nuovo "Election Day" (si vota solo la domenica e non più il lunedì) il sistema dei riposi compensativi rimane lo stesso. Tutto dipende da quando si terminano le operazioni al seggio e dal numero di giorni lavorativi, alla settimana, del proprio impiego.

Nei seggi dove ci saranno solo le elezioni (amministrative, politiche, europee o referendum), con scrutinio a partire dalle 23, molto probabilmente si sforerà la mezzanotte, facendo rientrare quindi il lunedì come lavorativo ai seggi e dunque con la maturazione del giorno di riposo.

I lavoratori dipendenti che saranno impegnati nel ruolo di Presidente, Scrutatore, Segretario degli uffici elettorali di sezione, Rappresentante delle liste dei candidati, hanno diritto di assentarsi dal lavoro per tutta la durata delle operazioni del seggio.

I giorni di assenza dal lavoro sono considerati agli effetti retributivi e previdenziali come giorni lavorativi.

Per quanto riguarda i riposi, a seconda del numero di giorni lavorativi previsti dal proprio impiego:
  • Settimana lavorativa di 5 giorni:
    riposo compensativo due giorni
  • Settimana lavorativa di 6 giorni:
    riposo compensativo di un giorno
Si può usufruire del riposo compensativo anche in giorni differenti, rispetto ai primi che seguono il periodo delle elezioni. In accordo con i propri datori di lavoro è possibile programmare le date del riposo, comunque obbligatorio per legge.

Riassunto tratto dal testo del Ministero dell'Interno
I componenti degli uffici elettorali, i rappresentanti di lista, di partito, hanno diritto ad assentarsi dal posto di lavoro durante le operazioni ai seggi.

Le assenze sono considerate come giorni di attività lavorativa.
"i lavoratori hanno diritto al pagamento di specifiche quote retributive, in aggiunta all’ordinaria retribuzione mensile, ovvero a riposi compensativi, per i giorni festivi o non lavorativi, eventualmente compresi nel periodo di svolgimento delle operazioni elettorali".
(D.P.R. 361 del 30 marzo 1957, Art. 119)
(Art. 1, comma 1, legge 29 gennaio 1992, n. 69 "Interpretazione autentica del comma 2 dell’articolo 119 del testo unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei deputati, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, in materia di trattamento dei lavoratori investiti di funzioni presso i seggi elettorali").
Quindi il lavoratore ha diritto, o al riposo, o al pagamento di quote retributive aggiuntive.

Lavoro ai seggi oltre la mezzanotte
Inoltre, se le operazioni si protraggono oltre la mezzanotte (ad esempio iniziando domenica sera e finendo lunedì notte alle 03), il giorno seguente (il lunedì) è considerato lavorativo, quindi i giorni di riposo inizieranno dal martedì, e il lunedì si sta a casa perché è già considerato lavorativo ai seggi.

Potrebbe interessarti: Compensi per scrutatori, segretari e presidenti.

Commenti che riguardano risposte già date nel testo o in altri commenti, non verranno più presi in considerazione.

Giacomo
Ho una domanda anche io. Il giorno 12/06/2017 ho fatto lo scrutatore nel mio comune per le amministrative e lo scrutinio si è protratto fino alle 2.30 di mattina del giorno dopo. Avrei quindi tutto lunedì di riposo? Però c'è un problema. Io lavoro come operaio su 3 turni e in questa settimana faccio la notte dalle 22 alle 06 del mattino. Ho tutto il giorno per riposarmi quindi per me non vale?
Per Giacomo
Salve, sabato e domenica doveva lavorare per la sua azienda? I riposi si maturano nei giorni in cui lei non avrebbe dovuto lavorare e invece ha prestato servizio ai seggi.

Matteo
Nella busta paga di aprile 2016 oltre alle due giornate di risposo compensativo mi sono ritrovato 41 euro alla voce "permesso elettorale"; qualcuno sa dirmi di cosa si tratta? Lo chiedo perché nell'ultima busta paga di dicembre quella voce non c'era e non capisco il motivo di questa differenza. Grazie
Per Matteo
A credito o a debito? Magari la voce apparirà nella busta di gennaio.

Ida
Buongiorno, sono stata convocata il giorno 3/12 per presenziare alle operazioni di seggio per il giorno 3 e 4/12. sono un dipendente pubblico che lavora dal martedì al sabato (lunedì riposo) il sabato, durante la giornata lavorativa, sono stata convocata, e mi sono recata ad espletare le operazioni di seggio. la chiusura del seggio è stata certificata oltre la mezzanotte del lunedì 5/12 vi domando: le ore lavorate del sabato 3/12, come si devono considerare? (Se fossi stata avvisata per tempo, il sabato 3 non sarei andata in servizio) il lunedì 5/12, visto che il seggio è durato oltre la mezzanotte, come si deve considerare visto che non ho usufruito del riposo settimanale? Vi ringrazio
Ho già letto le vostre risposte ai vari quesiti proposti, vi sarei grata se potete verificare anche il mio "Caso particolare" da scrutatore al referendum del 4/12/16. Vi ringrazio per il servizio che offrite, e vi auguro buone feste. Ida
Per Ida
Salve, sabato poteva non lavorare, essendo la giornata considerata lavorativa ai seggi.
La domenica doveva recuperarla il martedì (quindi riposo).
Lunedì se risulta lavorativo ai seggi, allora avrebbe dovuto riposare anche mercoledì.
In pratica, se nei suoi due giorni di riposo ha lavorato ai seggi, doveva riposare nei primi due giorni lavorativi disponibili.
Buon proseguimento.

Luca
E' vero che solo un giorno di riposo compensativo può essere pagato? ed eventualmente i due giorni devono essere usufruiti massimo entro una settimana? dove si possono trovare queste informazioni?
Per Luca
No, la legge parla di riposi compensativi o "quote retributive, in aggiunta alla ordinaria retribuzione mensile". Non c'è distinzione. Ma se al lavoratore viene concesso il riposo non avrà le quote aggiuntive.
La legge non parla di limiti di tempo, ma, solitamente, i riposi devono essere utilizzati il prima possibile.

Elena
Salve, farò lo scrutatore nelle elezioni del 4 dicembre 2016, il lunedì sono in part-time e il mio orario di lavoro inizia dopo le ore 14.00. Se lo spoglio si protrae oltre le ore 24 di domenica 4 dicembre 2016, posso comunque prendere servizio e spostare anche il giorno di riposo del lunedì in altro giorno?
Per Elena
In teoria, se il lunedì viene considerato come lavorativo al seggio, allora quel lunedì lei non lavorerà da altre parti (per diritto) e potrà usufruire del riposo a partire da martedì. Chieda conferma all'ufficio elettorale.

Vincenzo
Salve, sono stato selezionato come presidente di seggio per il referendum del 4/12/16 e svolgo uno stage a 40 ore settimanali dal lunedì al venerdì. Volevo sapere il riposo compensativo spetta anche a chi svolge uno stage? Oppure non avendo un vero e proprio contratto di lavoratore dipendente non posso usufruire del riposo compensativo?
Per Vincenzo
Purtroppo la legge è vecchia e parla di lavoro. Per lo stage dovrebbe consultare l'ufficio elettorale.

Gio
Salve, ho letto e credo che il mio quesito sia unico. Da metalmeccanico lavoro dal lunedì al sabato e il sabato 8:00-14:30. Il seggio si apre sabato alle 15:45. In azienda dicono che il sabato non ho alcun impedimento e devo andare a lavorare. Ho letto che loro si sbagliano, quindi se nell'eventualità io il sabato non vado a lavoro e la domenica finiamo dopo le 23:59 al seggio, quanti giorni mi spettano? Può essere che mi spettino il sabato, il lunedì e il martedì? Sempre se la la domenica finiamo dopo le 23:59 al seggio... grazie
Per Gio
Il sabato è considerato lavorativo al seggio, quindi non dovrebbe lavorare altrove. In questo caso non ha diritto neanche al riposo, perché solitamente lavora il sabato. Il lunedì, se considerato lavorativo al seggio, non dovrebbe lavorare da altre parti e non rientra nei giorni di riposo. In teoria, nel suo caso, riposa martedì e si assenza dal suo lavoro da sabato a lunedì.

Giulia
Buongiorno, avrei un'informazione da chiedere, io sono assunta mediante contratto del commercio che prevede 6 giorni lavorativi, sebbene il mio ufficio lavori solo dal lunedì al venerdì 8 ore (il mio contratto prevede 40 ore settimanali) ma non ho capito se: avendo lavorato 40 ore nella settimana precedente alle elezioni, venendo io convocata sabato dalle 16 in poi, domenica tutto il giorno fino oltre la mezzanotte devo considerare il lunedì come lavorato per aver finito a giornata gia iniziata, martedì come riposo compensativo di sabato e mercoledì come riposo compensativo di domenica o ho capito male? aspetto con ansia una vostra cortesissima risposta vostro che il datore di lavoro non mi risponde da 2 settimane quando ho iniziato a chiedergli spiegazioni ed ormai manca un solo giorno lavorativo per comunicare alla responsabile che non sarò in ufficio fin dopo l'immacolata. Grazie.
Per Giulia
Dipende dal contratto.
Da lunedì a venerdì: due giorni di riposo
Da lunedì a sabato: un giorno di riposo
Questi iniziano il giorno successivo all'ultimo giorno lavorato ai seggi. Se lunedì è lavorativo ai seggi, allora inizia martedì i riposi.
In più, i giorni considerati lavorativi ai seggi danno diritto al lavoratore di assentarsi dal proprio abituale impiego.

Giacomo
Salve anche io come molti domenica svolgo la funzione di scrutatore presso il seggio del mio paese, chiedo, essendo un tirocinante in uno Studio Legale, mi spetta qualche diritto il lunedì/martedì successivo? O nessun diritto come tutto il resto delle cose per noi tirocinanti non avendo una busta paga, ma solo un misero rimborso spese?
Per Giacomo
Legga la risposta data sopra a Vincenzo.

Federico
Quindi chiedo scusa se lo scrutinio finisce lunedì, essendo dipendente pubblico che lavora da lun a venerdì sto a casa lun, mar e merc? Grazie mille.
Per Federico
Così dice la legge.

Silvia
Buonasera, sono stata convocata come scrutatrice ai seggi di dicembre 2016. Vorrei capire una cosa, io ho un contratto da 5 ore al giorno dal lunedì al venerdì però solo al pomeriggio. In questo caso anche per me valgono i giorni di riposo o il pagamento? E un'altra cosa volevo capire, il datore di lavoro è obbligato ad accettare una delle due possibilità, quindi o i giorni di riposo o il pagamento?? Vorrei capire bene, perché nella realtà dove lavoro hanno molto chiari i miei doveri, ma per quanto riguarda i diritti, non se ne ricordano mezzo. Grazie anticipatamente per l'aiuto.
Per Silvia
Si, ha diritto a riposo o quote retributive aggiuntive. L'azienda deve concederle o uno o l'altro.

Egidio
Buongiorno, come rappresentante di lista ho diritto riposo compensativo se le operazioni di scrutinio terminano dopo le 24.00? - come devo comunicare al mio datore di lista che sono stato nominato rappresentante di lista e poi dimostrare che ho svolto il mio incarico? Grazie
Per Egidio
Cosa intende per datore di lista?
Ad ogni modo, se lei sarà presente al seggio, il presidente le certificherà le giornate di presenza, rilasciate appositamente per il datore di lavoro.

Paola
Buongiorno, lavoro dal lunedì al venerdì, quello che non mi è chiaro è se il giorno del sabato 3/12 (di preparazione ai seggi) è da conteggiare come permesso compensativo da aggiungere a quello maturato nella domenica. grazie per la risposta.
Per Paola
Permesso compensativo? Il suo caso rientra tra i classici, descritti nel testo sopra.

Gloria
Buongiorno. Sono una docente a tempo determinato e lavoro 10 ore settimanali in 3 giorni (martedì, giovedì e venerdì). Nella mia scuola si lavora 5 giorni a settimana. Dovrò essere ai seggi del 4/12 come segretaria. In teoria dovrei usufruire di 2 giorni di riposo compensativo (martedì e mercoledì). Vorrei sapere se, lavorando circa la metà delle ore (la cattedra completa è di 18), posso usufruire almeno di 1 giorno di riposo compensativo. Grazie.
Per Gloria
Sono casi particolari che la legge non prende in considerazione. Contatti l'ufficio elettorale.

Gianfranco
Buongiorno, sarò scrutatore per il referendum di dicembre2016. Sono docente e il mio posto di lavoro (edificio scolastico) sarà sede di seggio e quindi chiuso lunedì 5 dicembre. Volevo sapere, se lo spoglio si protrae oltre la mezzanotte di domenica finendo dunque nel lunedì, se ho diritto a recuperare anche il lunedì essendo il mio luogo di lavoro (scuola) chiuso?
Per Gianfranco
Se il lunedì lavora al seggio, i suoi riposi partono da martedì.

Mario
Buongiorno scusate la domanda, ma sono stato nominato Presidente di Seggio per il referendum del 4/12, e svolgo attività lavorativa dal lunedì al venerdì come lavoratore dipendente. Il mio datore di lavoro si rifiuta di accordarmi i riposi compensativi (secondo lui essere presidente di seggio è scelta mia e quindi lo faccio nel mio tempo libero) e vista la mia insistenza mi ha accordato il 5/12 come riposo compensativo nonostante gli abbia spiegato che il 5/12 sarò già a casa perchè finiremo dopo la mezzanotte. L'altra volta mi ha accordato "mezza giornata" di riposo (per lui è solo pacchia lavorare ai seggi) che cosa rischia a calpestare il mio diritto ai riposi?
Per Mario
Il suo datore di lavoro vìola la legge, potrebbe denunciarlo se non rispetta i suoi diritti. Lei ha diritto a due giorni di riposo o a quote retributive aggiuntive. Se il lunedì risulta come lavorativo ai seggi, dovrebbe riposare martedì e mercoledì. Questa è la legge.

Diana
Buongiorno, sono un insegnante, il mio giorno libero è il lunedì. Se le operazioni di scrutinio terminano oltre la mezzanotte, ho diritto a considerare il lunedì come lavorativo, quindi a non presentarmi al lavoro e a beneficiare del martedì e del mercoledì per i riposi compensativi della domenica e del lunedì? Chiedo questo perché nel nostro contratto c'è scritto che possiamo prestare servizio in non meno di 5 giornate. Il giorno libero è una consuetudine, ma in ogni caso la nostra settimana è solitamente di 5 giorni. Grazie.
Per Diana
Il lunedì, se si sfora la mezzanotte della domenica risulta lavorato ai seggi. Di conseguenza lei ha diritto ai giorni di riposo maturati lavorando ai seggi in giornate in cui solitamente non lavora.

Andrea
Buonasera. Sono stato chiamato come scrutatore al Referendum Costituzionale del 4 dicembre. Io lavoro su turni con contratto di 36 ore (quindi lavoro potenzialmente tutti i giorni, incluso sabato e domenica, con diritto ad un giorno di riposo). Nel weekend in questione sabato 3 sono in smonto dalla notte, domenica sono di riposo e lunedì sono in turno di pomeriggio. Se ho capito bene, sabato non dovrei lavorare e lunedì posso non andare a lavorare se finiamo dopo la mezzanotte. Giusto? Volevo sapere se con i turni organizzati così mi spetta un giorno di riposo. Grazie.
Per Andrea
Esatto. A quanto ho capito dovrà recuperare il riposo della domenica, di cui non ha usufruito. Quindi sicuramente un giorno di riposo il martedì (o altro giorno se si mette d'accordo con il datore di lavoro).

Lara
Buonasera, sarò segretario di seggio nel mio comune per il referendum di dicembre 2016. La segreteria della scuola statale in cui lavoro a tempo indeterminato sostiene che non ho diritto al pagamento dei giorni di riposo compensativo non utilizzati. Io sostengo che ne ho diritto, e che gli altri datori di lavoro mi hanno sempre dato il compenso aggiuntivo. Cosa devo fare? Grazie.
Per Lara
Semplice: ha diritto o al riposo o al pagamento di specifiche quote retributive, in aggiunta all’ordinaria retribuzione mensile. Di qui non si scappa, o uno o l'altro.

Antonello
Salve, sono stato nominato presidente di un seggio senza aver mai fatto niente in passato, comunque il mio dubbio è sul superamento della mezzanotte della domenica, in tal caso sembra che dove lavoro il lunedì non risulterebbe come giorno lavorato ai seggi ma se voglio riposarmi di lunedì devo usare il giorno di riposo maturato avendo lavorato la domenica nel seggio (in quanto la domenica è il giorno di riposo previsto nel mio contratto); volendo dimostrare che ho diritto a non andare a lavoro il lunedì in quanto lavorato presso il seggio e quindi usufruire il martedì del giorno di riposo maturato a quale normativa posso appellarmi per dimostrare tale diritto? Grazie.
Per Antonello
Il presidente di seggio le lascerà un documento (lo chieda comunque) dove si attesta l'orario di inizio e di fine lavoro al seggio. Sul manuale ("Istruzioni per le operazioni degli uffici di sezione") trova tutto il regolamento, in particolare deve fare riferimento alla frase: "In occasione di tutte le consultazioni elettorali [...], coloro che adempiono funzioni presso gli uffici elettorali hanno diritto ad assentarsi dal lavoro per tutto il periodo corrispondente alla durata delle relative operazioni. I giorni di assenza dal lavoro compresi nel periodo sono considerati, a tutti gli effetti, giorni di attività lavorativa".

Joe
La mia scuola il lunedì è chiusa perché sede di seggio elettorale. Io lavoro da lunedì a venerdì; impegnato in qualità di componente di seggio al prossimo referendum con le operazioni che si protrarranno oltre la mezzanotte di domenica, dovrò recuperare il sabato e la domenica, ma anche il lunedì dato che per me in questo caso non è lavorativo a scuola?
Piera
Settimana lavorativa da lunedì a venerdì, componente di seggio elettorale nei giorni di sabato, domenica e lunedì (il lunedì la mia scuola sarà chiusa in quanto sede di seggio). Io, essendo in servizio elettorale anche il lunedì, potrei recuperare il sabato, la domenica e anche il lunedì? Grazie
Per Joe e Piera
Si tratta di un caso particolare, perché solitamente lei il lunedì lavora e quindi non dovrebbe recuperarlo. Le conviene chiedere all'ufficio elettorale.

Laura Maria
Buongiorno, sono stata nominata scrutatore di seggio per il referendum del 4 dicembre, sono docente in un istituto tecnico con contratto a tempo determinato di 6 ore settimanali. Ho diritto a riposo compensativo? Ho diritto alla retribuzione al posto dei permessi? Grazie.
Per Laura Maria
Trova tutte le riposte nel testo o nei commenti.

Buongiorno,
io lavoro solitamente tutti i sabati e le domeniche e riposo il mercoledì e giovedì (ma nel contratto non è specificato nero su bianco, ma vagamente si parla di attività distribuita sui 7 giorni lavorativi). Sono stata chiamata per il referendum del 4 dicembre, ho diritto ai giorni compensativi di riposo?
Per anonimo
Il contratto dovrebbe specificarlo. In teoria, se lei già lavora il sabato e la domenica, non avrebbe diritto al riposo (per i seggi), ma potrebbe usufruire dei riposi già previsti in settimana. Chieda conferma all'ufficio elettorale e all'ufficio del personale.

Buongiorno,
lavoro in Belgio iscritto all'Aire, ho ricevuto la convocazione dal mio comune come presidente di seggio. Nel caso specifico potrei usufruire dei giorni compensativi di riposo e quanti lavorando dal lun-ven. grazie e saluti
Legga il testo sopra

David
Buongiorno, attualmente sto lavorando come supplente in una scuola di Aosta e sono stato nominato presidente di seggio nel mio paese di residenza in Puglia. Ho diritto a permessi retribuiti per raggiungere la sede del seggio (si tratta di due giorni di viaggio tra andata e ritorno)? Grazie.
Per David
Essendo i presidenti di seggio designati in base alla residenza, non sono previsti contributi aggiuntivi per viaggi. Chieda conferma all'ufficio elettorale.

Mc
Io lavoro da contratto nei giorni di venerdi sabato domenica. volevo sapere se sabato mattina (il giorno antecedente al referendum del 4 dic) posso/devo andare a lavorare e poi alle 16, di sabato presentarmi al seggio? oppure se ho l'intera giornata coperta dal permesso retribuito per legge? Grazie
Per MC
Il sabato è considerato interamente lavorativo ai seggi, non dovrebbe lavorare da altra parte.


Fria
Buonasera, sarò scrutatrice per il referendum dicembre 2016. Sono una addetta vendite in centro commerciale lavoro 30 ore part time distribuite da lunedì a domenica con un giorno di riposo come da contratto nazionale del lavoro. Sabato ci sarà l'insediamento del seggio, domenica le votazione, dopo le 23 lo scrutinio con sforamento della mezzanotte. Allora vi chiedo io oltre ad avere un giorno di riposo nella settimana dal 28 al 3 ovviamente antecedente al seggio, quale altro riposo avrò da lunedi 4? Chiaritemi bene per favore e se non è accettato il riposo dal datore di lavoro il compenso viene dato?
Per Fria
Semplicemente, come scritto sopra, se lavora ai seggi nei giorni in cui di solito riposa, allora ha diritto ad uno o due giorni di riposo, a seconda della sua settimana lavorativa. Il riposo è un diritto, in alternativa può accettare una retribuzione aggiuntiva al posto del riposo, in accordo con il datore di lavoro.

Alberto
Salve, per il referendum prossimo sono stato nominato scrutatore. Io sono un dipendente pubblico quindi ho sabato e domenica che non lavoro. Quasi sicuramente lo scrutinio si protrae dopo la mezzanotte della domenica. Per la fruizione dei permessi/riposi ho diritto quindi a tre giorni vero? Recupero del sabato, domenica e quindi del lunedì?
Per Alberto
Già risposto diverse volte al quesito. Il lunedì ai seggi non dà diritto ad un ulteriore giorno di riposo se lei il lunedì solitamente lavora.

Benedetta
Buongiorno, sto svolgendo servizio civile retribuito con regolare contratto part time 20 ore settimanali (pomeriggi lun-ven). Per quanto riguarda i riposi dopo aver svolto la mansione di presidente di seggio come è la regola, sono sempre 2 giorni di riposo come in un normale contratto di lavoro fulltime? Grazie.
Per Benedetta
Salve, la legge parla di giornate lavorative e riposi compensativi. Quindi se da contratto il sabato e la domenica è previsto il riposo e invece lei ha lavorato presso i seggi, allora ha diritto a due giorni di riposo.

Silvio
Buongiorno, nel caso in cui una persona sia assunta con un contratto estero (Svizzero), è possibile comunque ottenere il riposo compensativo o comunque avere la possibilità di non lavorare il lunedì in caso di scrutinio lungo oltre la mezzanotte di domenica sera? Grazie
Per Silvio
Se lei lavora in Italia, sì, ne ha diritto. Le aziende devono rispettare le leggi del Paese nel quale operano. Provi a chiedere all'ufficio elettorale del suo Comune di residenza.

Sarah
Buongiorno, io sono stagista presso un'azienda. Ho fatto la scrutatrice sia alle elezioni amministrative che al ballottaggio (nella città di Torino). Per le amministrative abbiamo scrutinato sabato, domenica e lunedi, e non sono rimasta a casa nemmeno un giorno. Per il ballottaggio abbiamo scrutinato sabato e domenica e sono rimasta a casa il lunedì. Nel mio stage faccio 40 h settimanali da lun a ven. Avevo/ho diritto ai riposi compensativi? Grazie mille per la vostra risposta, Sarah
Per Sarah
Purtroppo il regolamento parla di lavoro in generale, 5/6 giorni su 7. Non vengono distinte le varie tipologie. Potrebbe essere utile sapere cosa c'è scritto sul suo contratto, quante e quali giornate lavorative sono previste. Infine potrebbe chiedere direttamente presso l'ufficio elettorale del suo Comune. Buon proseguimento.

Alex
Ho partecipato come scrutatore al ballottaggio del 19 giugno 2016. Nella fretta di chiudere il seggio non ho ritirato l'attestato di partecipazione. Come posso fare per averlo? E' chiaro che mi serve per l'ufficio per accedere ai riposi compensativi. Grazie
Per Alex
Non mi risultano "attestati" ma solo certificazioni, per chi lo chiede, per i permessi di lavoro. Per i compensi bastano carta d'identità e codice fiscale.

Bianca
Buongiorno, mi chiedevo: avendo ricoperto il ruolo di presidente del seggio, posso considerarla assenza giustificata anche ai fini della partecipazione ad un master universitario? Perché mi sono sentita rispondere, dal direttore del master, che non mi avrebbero riconosciuto tale lavoro come assenza giustificata. E' legale? Grazie per l'attenzione.
Per Bianca
Salve, la legge parla di lavoratori, anche per una questione di retribuzione. Non saprei per il master universitario, dovrebbe leggere il regolamento del master e cercare i paragrafi dove si parla di assenze e di eventuali recuperi.

Giabar
Buongiorno, sono stato presidente di seggio durante il referendum del 18 aprile. Ho quindi lavorato presso il seggio sabato pomeriggio, domenica e lo scrutinio si e' protratto oltre la mezzanotte. Lunedì mi sono comunque recato al lavoro (pensando di usufruire della maggiorazione per tale giorno), mentre ho goduto del riposo compensativo il martedì. Nel cedolino (CCNL terziario, 5 giorni lavorativi, da lun a ven) ho trovato un solo giorno di maggiorazione e non due, visto che il lunedì ho lavorato. Un mio collega, ha invece goduto del riposo lunedi e lavorato il martedi. Lui ha trovato due giorni di maggiorazione. Per favore potrebbe dirmi se il trattamento nei miei confronti e' corretto? Grazie per la disponibilita' e saluti.
Per Giabar
Maggiorazioni per cosa? Sono previste, in accordo con l'azienda, retribuzioni aggiuntive se si lavora anziché usufruire del riposo.
Se sabato e domenica erano i suoi giorni di riposo e anche lunedì ha lavorato ai seggi, allora doveva stare a casa il lunedì (perché già lavorativo) e riposare martedì e mercoledì, riprendendo il lavoro giovedì.

Laura
Buongiorno, se un dipendente che ha prestato servizio ai seggi, rimane a casa il lunedì (in quanto il seggio ha terminato le operazioni dopo la mezzanotte) ma l'azienda chiede di rientrare il martedì per dei lavori in scadenza.... si può recuperare il giorno di riposo non usufruito in un altro momento? c'è un termine entro il quale si deve recuperare? E' obbligatorio stare a casa subito martedi oppure in accordo con l'azienda si può recuperare anche il mese successivo? Grazie Laura
Per Laura
La risposta è già nel testo e nei commenti.

Anonimo
Buongiorno, sono stata scrutatrice nelle passate elezioni comunali. Il seggio ha terminato le operazioni di scrutinio prima della mezzanotte, ma il lunedì sono stata richiamata presso il seggio per terminare alcune operazioni. Mi spettano lo stesso due giorni di riposo o lunedì vale già come tale in quanto lo scrutinio è terminato prima della mezzanotte? Grazie
Per anonimo
Se lunedì ha lavorato ai seggi non ha riposato, quindi se le spettano due giorni di riposo per il sabato e domenica dovrebbe stare a casa martedì e mercoledì.

Stefania
Buongiorno, io ho il contratto del commercio, full time 40 ore settimanali, ma lavoro dal lunedì al venerdì, come impiegata in un ufficio. Per le elezioni comunali ho lavorato il sabato pomeriggio, la domenica e lunedì. Il mio datore di lavoro mi ha detto che ho dirittto ad 1 giorno di riposo. E' corretto? dai vari commenti, ho capito che dovrei avere diritto a 2 gg, ma ho il dubbio che, prevedendo il contratto del commercio un orario da lunedì a sabato, con riposo domenicale, noi siamo assimilati, anche se di fatto le 40 ore le abbiamo distribuite su 5 giorni anzichè 6. Grazie.
Per Stefania
In pratica funziona così: se nel contratto è scritto che sabato e domenica sono giorni di riposo (attività da lunedì a venerdì), allora lavorando ai seggi ha diritto a due giorni di riposo perché non ne ha usufruito. Mentre il lunedì dovrebbe aver lavorato solo ai seggi.

Paola
Buonasera, sono stata nominata scrutatrice per il 5 giugno 2016 a Roma. Dovrò presentarmi già il 4 giugno per organizzare il da farsi. La mia domanda è: se domenica 5 giugno dovessimo finire il lavoro in tarda notte (non avendo mai fatto la scrutatrice non so gli orari di fine lavoro), lunedì mattina dovrò presentarmi ugualmente al mio lavoro o posso chiedere la giornata di riposo? Ancora non ho detto nulla al mio datore di lavoro... devo comunicarglielo secondo voi avvisando che nel caso potrò chiedere una giornata di permesso per il lunedì? (tra l'altro, non è considerato giorno di riposo, vero? Sarà sempre retribuito dal mio datore di lavoro?) Altra cosa: Il compenso che leggo su internet (dai 100 ai 145 euro, non mi è chiaro) si intende a giornata (quindi, visto che già sabato 4 si comincia, e domenica 5 ci sono le elezioni, percepisco 145 + 145?) Grazie a tutti per la risposta.
Per Paola
Salve, il discorso mezzanotte è già spiegato nel testo e trova molte risposte nei commenti qui sotto. Sì, le conviene avvertire il datore di lavoro, anche per poter usufruire dei giorni di riposo. Il compenso è totale, non importa il numero di ore o giorni. Sono 120 con una consultazione e 145 con due consultazioni (due schede elettorali, ad esempio una per Sindaco e l'altra per circoscrizione, dipende dal Comune).

Qui continua la sezione commenti, relativa all'articolo.

Maria - Buon giorno mi chiamo Maria sono stata nominata scrutinatrice per le elezioni abbiamo 3 schede ,verrei sapere per il riposo compensativo, se lo spoglio termina oltre la mezza notte di lunedì il riposo è sempre di 2 gg.? Oppure 3gg? Il mio lavoro si svolge con orario dal lunedì al venerdì per 7 ore e 12 minuti per il recupero del sabato. Ringrazio distinti saluti Maria.
Per Maria - Salve, se il lavoro al seggio si protrae oltre la mezzanotte di lunedì, allora anche martedì sarà considerato lavorativo. In tal caso, in base all'orario di lavoro, si avrà diritto ai giorni di riposo a partire da mercoledì e non da martedì. In pratica i giorni di riposo vengono "slittati" di un giorno.

Alessandro - Visto che il martedì c'è lo spoglio regionale, i giorni di riposo compensativo devo essere fruiti necessariamente mercoledì e giovedì oppure è possibile fruirli giovedì venerdì? Grazie.

Valentina - Buongiorno mi chiamo Valentina, settimana prossima farò la scrutatrice e mi chiedevo se i giorni di riposo compensativo dovessero essere fatti nei giorni successivi alle elezioni o se fosse possibile scegliere altri giorni per usufruirne.
Per Alessandro e Valentina - I giorni li potete concordare con il datore di lavoro

Cinzia - Salve, avrei bisogno di sapere se, come Presidente di seggio a Castelnuovo di Porto (sezione estero), eseguendo il lavoro in una unica giornata, mi spetterà il riposo compensativo di un giorno. Grazie.
Per Cinzia - Salve, per casi particolari basta contattare l'Ufficio Elettorale del Comune di residenza. Le informazioni in nostro possesso sono tutte concentrate in questa pagina. Buon proseguimento

Umberto - Buon giorno ,come presidente di seggio e lavoratore dipendente su cinque giorni settimanali avrei diritto a due giorni di riposo compensativo, soltanto che l'azienda per cui lavoro mi dice che è lei che decide se posso usufruirli come riposo o che me li retribuiscono... la domanda è questa... ma non spetta a me decidere e non l'azienda se farmeli retribuire o usufruirli come riposo. In attesa di risposta ringrazio

Alessandro - Buona giornata mi chiamo Alessandro. Io sono un dipendente metalmeccanico (settimana lavorativa 5 gg) nominato scrutatore per le elezioni 2013 nel mio paese questa è la prima volta quindi non so bene come funziona,volevo sapere, oltre al compenso dallo stato per i 3 giorni sabato dalle 16, domenica e lunedì, dovrò percepire il normale stipendio dalla mia azienda x il solo lunedì o anche per il sabato e domenica come se avessi lavorato? e per quanto riguarda i riposi sono una opzione alla retribuzione aziendale o in più alla retribuzione aziendale, sabato e domenica = 2 giorni di riposo da espletare nella settimana successiva alle elezioni? Cordiali Saluti Grazie.
Per Alessandro - Con l'azienda deve mettersi d'accordo per avere o i riposi compensativi o il pagamento di specifiche quote retributive, in aggiunta all’ordinaria retribuzione mensile, per quanto riguarda sabato e domenica.

Pasqualino - Nel mio ente per ogni giornata lavorativa si percepisce il "ticket mensa". Vorrei sapere se spetta anche per i giorni di impegno elettorale. Grazie.
Per Pasqualino - Dovrebbe chiederlo all'ente per cui lavora.

Anonimo - Buonasera... il dilemma sorge spontaneo... lavoro a scuola e il mio giorno libero è il sabato... quindi dal lunedì al venerdì ho già svolto le mie 18 ore settimanali... la segreteria della scuola sostiene che il mio lavoro si considera svolto su 6 giorni lavorativi e quindi vi è un solo giorno compensativo... con la premessa che le ho fatto cosa ne pensa?
Per anonimo - In teoria se da contratto il sabato è suo giorno libero, lavorando al seggio deve recuperare quel giorno. Le conviene contattare l'Ufficio Elettorale del Comune di residenza.

Angelo - Il mio contatto è commercio ma di sabato non lavoro mai.... vale il contratto (quindi 1 giorno di riposo) o quel che si lavora effettivamente lunedì/venerdì e quindi 2 giorni riposo? Grazie.
Per Angelo - Dovrebbe far fede il contratto. Comunque le conviene contattare l'Ufficio Elettorale del Comune di residenza.

Marco - Salve, leggendo in giro, ho trovato riferimenti al fatto "le giornate di recupero compensativo sono retribuite dal datore di lavoro al 100% della paga giornaliera, e in più non sono tassati" Vorrebbe dire che prendendo le giornate di riposo, su quei 2 giorni in busta paga non ci devono essere tasse, è vero questo? Articoli a riguardo?
Per Marco - E' il compenso per il lavoro al seggio che non è tassato.

Francesca s. - Salve io ho un contratto a progetto e lavoro 5 giorni a settimana per 5 ore al giorno. Sono stata chiamata per fare la Scrutatrice, vorrei sapere se mi spetta il giorno di riposo e se il lunedì mi deve essere pagato regolarmente dal mio datore di lavoro. Grazie.
Per Francesca - Chi lavora da lunedì a venerdì e poi è chiamato ai seggi elettorali, in qualità di scrutatore, segretario o presidente, ha diritto a due giorni di riposo, solitamente martedì e mercoledì.
Il lunedì (giorno di seggio elettorale attivo) il lavoratore non si reca al lavoro ma mantiene il diritto alla retribuzione. Per conferma contatti l'Ufficio Elettorale del suo Comune

Anonimo - Buonasera, volevo sapere se il giorno di "riposo" spetta di diritto anche allo studente che svolge il ruolo di scrutatore al pari di un lavoratore trascorrendo in sezione il medesimo tempo. Grazie.

Anonimo - Attenzione ci sono certi casi come il mio in cui si lavora dal lunedì al venerdì, però anche il sabato viene considerata giornata lavorativa (infatti se una festività cade di sabato non viene retribuita) per cui si è nel secondo caso in cui si lavora 6 giorni a settimana.. giusto?

Anonima - Buongiorno, sono stata chiamata ai seggi a fare la segretaria. Martedì sera lo spoglio è andato oltre la mezzanotte e per questo mercoledì non sono andata in ufficio. La mia azienda non mi riconosce la giornata di riposo compensativo quindi ho dovuto segnare ferie, è giusto?
Per anonima - Se martedì ha superato la mezzanotte, mercoledì è considerato lavorativo ai seggi. Ma anche se non avesse superato la mezzanotte, mercoledì sarebbe comunque riposo compensativo (o retribuito dall'azienda con specifiche quote retributive, in aggiunta all’ordinaria retribuzione mensile). Provi a contattare l'Ufficio Elettorale del suo Comune per ottenere maggiori informazioni

Paolo - Buonasera, ho lavorato ai seggi come presidente e presentato regolare documentazione in ditta. Il giorno del mio rientro il capo mi ha restituito la documentazione dicendomi che mai l'avrebbe inviata all'ufficio paghe adducendo sue vaghe recriminazioni sulla giustizia della legge che mi permetteva di svolgere questo incarico. Devo procedere tramite sindacati?
Per Paolo - Se ha seguito la legge, utilizzando i riposi compensativi (1 o 2 a seconda della settimana lavorativa), ha tutti i diritti di presentare reclamo. Chieda all'Ufficio Elettorale del suo Comune. Anche i Sindacati dovrebbero poterla aiutare per la sua tutela. Buon proseguimento.

Mauro - Salve, oggi sono andato a ritirare il compenso per le elezioni politiche 2013 essendo un presidente di seggio e con mio stupore mi sono visto tassato il compenso del 20%... ma è successo solo a me?
Per Mauro - Tassato? Il compenso non è tassabile. A chi è intestata la tassa? Quant'è l'importo netto?

Anonimo - Buonasera, ho fatto la scrutatrice e avrei diritto ai due giorni di riposo compensativo, se per problemi lavorativi vi rinuncio io stessa e svolgo il mio orario lavorativo normale la ditta è obbligata a darmi il compenso monetario dei due giorni di riposo?
Per Anonimo - Solitamente ci si mette d'accordo con l'azienda circa l'opportunità di ricorrere al riposo oppure a quote retributive:
Il comma 2 deve essere inteso nel senso che i lavoratori, di cui al comma 1 dello stesso art. 119, hanno diritto al pagamento di specifiche quote retributive, in aggiunta all’ordinaria retribuzione mensile, ovvero a riposi compensativi, per i giorni festivi o non lavorativi, ....
Chieda all'Ufficio Elettorale del suo Comune

Bruno - Buongiorno, nelle elezioni amministrative del 26 e 27 maggio ho avuto l'incarico di Presidente di seggio. Come la legge prevede nel luogo di lavoro sono stato giustificato e i giorni di sabato (settimana corta) e domenica li avrei dovuti recuperare il martedì e il mercoledì. Ho finito le operazioni di scrutinio, verbalizzazione e consegna alle ore 5 del mattino di martedì. Come è considerato il martedì, giorno di recupero o giorno di presenza al seggio? Se è giorno di presenza al seggio devo ancora recuperare un giorno? Se è così mi potete indicare in base a quale articolo di Legge? Grazie molte. Bruno.
Per Bruno - Fa fede l'orario di chiusura del seggio, non la consegna del materiale. Se il lavoro al seggio si protrae oltre la mezzanotte, allora anche il giorno successivo sarà considerato lavorativo. In tal caso, in base all'orario di lavoro, si avrà diritto ai giorni di riposo a partire da mercoledì e non da martedì. In pratica i giorni di riposo vengono "slittati" di un giorno.

Alla pagina "Riposi compensativi, domande e risposte" troverete altre informazioni utili, con diversi quesiti dei lettori e relative risposte.


7 commenti:

  1. Salve ho fatto lo scrutatore il 3-4 e 5 marzo per la camera il senato e le regionali io lavoro dal lunedì al venerdì quando devo rientrare al lavoro visto che i giorni di riposo sono stati usati per fare lo scrutatore? Grazie

    RispondiElimina
  2. Salve, ho partecipato alle operazioni di voto in qualità di rappresentante di lista. L'azienda mi chiede anche il documento di convocazione che ovviamente non ho in quanto non sono stato convocato bensì delegato. Devo fornire all'azienda la delega? L'azienda e' tenuta a sapere per quale formazione politica ho fatto rappresentante di lista? Nel caso in cui insistessero, come posso recuperare le deleghe in considerazione del fatto che non avevo fatto una copia? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, il presidente di seggio le ha fornito il foglio di presenza con giorni e orari? Questo è l'unico documento di cui ha bisogno. Nessun rappresentante di lista mi ha mai chiesto il foglio di nomina o delega. Il presidente di seggio è il più alto in grado per l'attività al seggio. Niente di più ufficiale, in quanto rappresenta lo Stato. Lei può avere anche la nomina ma se non si presenta al seggio non ha diritto ai giorni, solo il presidente di seggio certifica la presenza.

      Elimina
  3. Buongiorno. Ho partecipato come segretario il 3-4 marzo e sono dipendente pubblico. Ho usufruito dei giorni di riposo ma mi sono accorta che mi hanno tolto le ore dal debito orario. In pratica ho avuto la giustificazione per l'assenza ma nel conteggio orario mensile mi sono state tolte le ore di due giorni . È regolare? Esiste qualche norma che regoli l'influenza sul debito orario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, purtroppo non conosco le dinamiche del debito orario. Dovrebbe chiedere spiegazione all'ufficio amministrativo o all'ufficio elettorale del Comune. Buon proseguimento.

      Elimina
  4. il mio turno è strutturato in una settimana in questo modo mattina mattina pomeriggio pomeriggio riposo riposo mattina ora avendo fatto la scrutatrice il 3 4 ( abbiamo terminato alle 3 di notte)5 marzo quanti riposi compensativi mi aspettano? grazie se mi aspetta un solo giorno deve essere per forza il martedi oppure concordarlo con il mio datore di lavoro

    RispondiElimina

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione