Elezioni Europee: compensi presidenti, scrutatori, segretari di seggio

Non manca molto alle prossime elezioni che coinvolgeranno tutti gli elettori d'Italia.
Domenica 26 maggio, infatti, si voterà per le europee 2019.

Dai risultati finali, raccolti da tutti i seggi elettorali d'Europa (o meglio dell'Unione Europea), si potrà conoscere la composizione politica del Parlamento Europeo, formato da 751 deputati, con sede a Bruxelles. Stiamo parlando di circa 400 milioni di cittadini europei votanti (50 milioni sono italiani) che ogni cinque anni sono chiamati alle urne.

Da qualche anno non si vota più di lunedì, ma solo di domenica. L'orario è stato allargato, dalle 7 alle 23 (prima era dalle 8 alle 22). Sono le nuove disposizioni previste dal cosiddetto "Election Day".

Altra novità, importante per i componenti di seggio.
Lo spoglio/scrutinio avverrà subito dopo il termine delle votazioni, quindi dalle ore 23 di domenica 25 maggio. Una bella "botta" dopo aver svolto le operazioni elettorali per 16 ore. Chi conosce il lavoro e le responsabilità dei componenti del seggio sa che al momento dello scrutinio, con i conteggi e la compilazione dei registri, bisogna essere particolarmente lucidi per non sbagliare e rischiare di fare l'alba. Ma tant'è... questo è stato deciso lo scorso anno con la legge di stabilità per il 2014.
Parentesi 
(Cosa pensi del lavoro ai seggi? Sfruttamento con paga misera o dovere dei cittadini? Guarda sotto, nella sezione "Potrebbe interessarti" un articolo sul tema, contenente anche commenti di presidenti).
Vediamo ora la retribuzione prevista per i componenti del seggio

Compensi Elezioni Europee
Essendo prevista una sola scheda elettorale, i compensi sono così stabiliti: ai Presidenti di Seggio vanno 120 euro mentre agli Scrutatori e ai Segretari vanno 96 euro.

Per i seggi speciali gli importi sono, rispettivamente, di 72 e 49 euro.

Compensi Elezioni Europee, Comunali e Regionali
In alcuni Comuni si vota anche per le amministrative e le regionali.
Purtroppo, per i componenti dei seggi, ci sono brutte notizie. Infatti, molto probabilmente, non verrà conteggiata come base la retribuzione prevista per le amministrative (ossia 150 euro per presidente e 120 per scrutatori e segretari), bensì il compenso previsto per le europee, ossia 120 euro per presidente e 96 per scrutatori e segretari. A questo importo verranno aggiunti 37 euro per i presidenti e 25 euro per gli scrutatori.
Riassumendo, ecco i compensi a seconda dei casi

Elezioni Europee (1 scheda)
Presidenti di Seggio: 120 euro
Scrutatori e Segretari: 96 euro

Elezioni Europee + Amministrative (Comunali o Regionali) (2 schede)Presidenti di Seggio: 157 euro (120 + 37)
Scrutatori e Segretari: 121 euro (96 +25)

Elezioni Europee + Comunali + Regionali (3 schede)
Presidenti di Seggio: 194 euro (120 + 37 + 37)
Scrutatori, Segretari: 146 euro (96 +25 + 25)
Conclusioni
A quanto pare i tagli alla spesa pubblica hanno coinvolto subito scrutatori e componenti del seggio. Vista la difficoltà del compito e le responsabilità, sarebbe stato più giusto prendere come base il compenso delle amministrative (150) anziché delle europee (120) e sommare poi gli importi previsti per le consultazioni in più. Il risultato finale è che i presidenti prenderanno 30 euro in meno, mentre gli scrutatori e i segretari 24 euro in meno.

Non dimentichiamo che per le Europee sono previsti tantissimi partiti e il sistema a tre preferenze per votante non è dei più semplici, visto che si dovranno controllare che non via siano tre nominativi di uomini o di donna, ma almeno uno dell'altro genere.

Potrebbe interessarti:


Ulteriori informazioni
I compensi relativi al lavoro svolto nei seggi elettorali non rientrano negli importi da inserire nella dichiarazione dei redditi, ma possono essere comunicati al proprio datore di lavoro per il conguaglio di fine d’anno.

I compensi sono complessivi, non al giorno. Le cifre sopra riportate rappresentano il totale dell'onorario che si percepirà.

Per quanto concerne il pagamento sarà il Comune a rendere note le modalità e i tempi. Per qualsiasi problema o dubbio, consigliamo di contattare l'Ufficio Elettorale del proprio Comune.

Altri aggiornamenti li trovi visionando la sezione "Elezioni"

(Emanuel Silci)


Se volete pubblicare un vostro commento (qui sotto) scrivetelo a msilci@gmail.com con oggetto "Compensi Elezioni".

  • Anonimo - Salve, devo fare lo scrutatore, sono uno studente fuori sede, c'è il rimborso del viaggio? Se si, come si richiede? Grazie.
  • Per Anonimo - Salve, non c'è rimborso spese di viaggio perché in teoria gli scrutatori sono residenti nel Comune dove vengono nominati. Esiste uno sconto delle Ferrovie dello Stato presentando la tessera elettorale ma vale per un viaggio d'andata e uno di ritorno. Per maggiori informazioni chieda all'Ufficio Elettorale del Comune. Buon proseguimento.
  • Bruno - A me sembra una miseria. Andando bene le cose si lavora come minimo 20 ore le 16 di apertura del seggio +2 ore il sabato (minimo) e come 2 ore per lo scrutinio. 96 diviso 20 fanno 4,8 euro all'ora. Il compenso per gli scrutatori ed i presidenti di seggio dovrebbe essere legato al compenso dei parlamentari. Cordiali saluti, Bruno.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione