Modello 730 Precompilato, come funziona. Spiegazione semplice

Partito nell'aprile 2015 il servizio segnalato dall'Agenzia delle Entrate, del quale alcuni di voi avranno già sentito parlare, in televisione, tramite alcuni spot appositamente preparati per introdurre il 730 Precompilato.

Stiamo parlando, ovviamente, della dichiarazione dei redditi, che coinvolge ogni anno milioni di italiani, alle prese con complicati modelli da riempire e documenti da reperire.

Proprio per questo, nell'ottica di favorire questa importante certificazione obbligatoria per i contribuenti, si è pensato di agevolare il cittadino, rendendo più semplice la procedura.
Infatti basterà un computer e una connessione a internet per utilizzare questo nuovo sistema, magari con il supporto di qualche amico o parente più esperto in tecnologie del genere (oppure con l'assistenza di un CAF). Una interessante novità per i pensionati, i lavoratori dipendenti.
Data particolarità del servizio innovativo, sarà possibile inoltrare il 730 dal 1° maggio al 7 luglio 2015 (ultima scadenza). Ci sarà quindi un po' più tempo del solito a disposizione.
Guida facile, passo passo, per utilizzare il 730 Precompilato

Prima di tutto si deve accedere alla pagina del servizio (che segnaliamo sotto in "Risorse") con il proprio "Nome utente" e la "Password" personale, le stesse credenziali utilizzate per Fisconline (in "Risorse" trovi anche il collegamento alla sezione relativa alla registrazione).

Modello 730 precompilato - Guida

Una volta inseriti i dati si accede al proprio profilo, dove è subito verificabile quali informazioni siano precompilate, cliccando sul riquadro "Visualizza il 730". Ad esempio la Certificazione Unica, i familiari a carico, i redditi derivanti da terreni, fabbricati, lavoro dipendente e assimilati, nonché "altri redditi". Poi le spese, gli acconti, i crediti di imposta....

Insomma, un riassunto di quanto sia possibile inserire nella dichiarazione.

Modello 730 precompilato - Guida

Dopodiché, cliccando in fondo su "Successivo", si aprirà un'altra schermata dove verificare, consultare (in formato pdf) il Modello 730 già compilato. A lato, in un altro riquadro, troviamo il calcolo del 730 con il saldo finale (a credito o a debito).

Modello 730 precompilato - Guida

Nel caso in cui tutto risulti corretto, è possibile procedere con l'accettazione e l'invio automatico: nel terzo riquadro a destra troviamo le sezioni di invio o di modifica del 730.

Infatti, il sistema prevede anche di variare i dati presenti, qualora non siano corretti e/o integrare il modulo con nuovi dati. Entrato in "modifica" viene chiesto il proprio indirizzo email (che si deve poi riscrivere nella riga successiva, prima di dare conferma).

Nella pagina che appare si può scegliere tra "Modifica solo oneri e spese" e "Modifica anche altri quadri". Ad esempio, il primo riquadro potrebbe essere utile per inserire le spese sanitarie dell'anno passato. Una volta effettuata la variazione verrà calcolato nuovamente il saldo finale.

In seguito viene chiesto di inserire i dati del sostituto d'imposta che erogherà il rimborso. Qui si può anche scegliere a chi destinare l'8, il 5 e il 2 per mille.

Una volta terminate le modifiche e verificati i dati inseriti nel modulo online, sarà possibile procedere con l'invio del documento (verrà richiesto il proprio Pin).

Risorse


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione