Imposte Roma, prossima tassa da pagare: la TASI

Il Comune di Roma ha ricordato, attraverso la divulgazione di un comunicato, la prossima scadenza dell'imposta nota con il nome di TASI, e sarà proprio questa la tassa che descriveremo in questa pagina.

La Tasi, ricordiamo, è la tassa dovuta per sostenere economicamente i servizi garantiti dal Comune, come ad esempio l'illuminazione delle strade, la cura dei giardini e dei parchi, la manutenzione degli asili, delle scuole, eccetera.

Non si paga più sulla prima casa, a meno che non sia un'abitazione di lusso (categorie catastali A1, A8, A9), e non è dovuta dagli affittuari che locano in qualità di abitazione principale.
È dovuta per fabbricati rurali ad uso strumentale; fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, rimasti invenduti e non locati; seconde case, negozi, uffici, capannoni ecc; immobili categorie catastali D, E.

Scadenza Tasi Roma 2019
  • prima rata 17 giugno (poiché il 16 è domenica)
  • saldo 16 dicembre
  • unica soluzione 17 giugno.
Aliquote Tasi Roma
Per il 2019 non sono ancora state fissate le percentuali da applicare per conoscere l'importo Tasi da versare. In attesa della comunicazione ufficiale vi segnaliamo quelle dello scorso anno:
  • l'aliquota è pari all'1 per mille (ossia lo 0,1%) della rendita catastale per immobili A1, A8, A9 e relative pertinenze, fabbricati rurali utilizzo strumentale;
  • aliquota dello 0,8 per mille (ossia lo 0,08%) per seconde case, negozi, uffici, capannoni, fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, rimasti invenduti e non locati
Chi è in affitto, in un immobile che non è adibito ad abitazione principale, paga il 20% della quota TASI.

Come si paga, codici tributo
Il pagamento avviene sempre tramite modello F24 o bollettino postale TASI.
L'importo della Tasi 2019 è calcolato rivalutando la rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicando il risultato per il coefficiente relativo alla categoria catastale (ad esempio, per le case si moltiplica per 160); infine si applica l'aliquota decisa dal Comune.

I codici tributo, da utilizzare nel modulo, sono:
  • 3958 : abitazione principale e relative pertinenze;
  • 3959 : fabbricati rurali ad uso strumentale;
  • 3960 : aree fabbricabili;
  • 3961 : altri fabbricati.
Gli enti pubblici utilizzeranno i seguenti:
  • 374E : fabbricati rurali ad uso strumentale.
  • 375E : aree fabbricabili.
  • 376E : altri fabbricati.
  • 377E : interessi.
Il codice da utilizzare per il Comune di Roma è H501.

Imposta Unica Comunale (IUC) è costituita da tre tasse: Imu, Tari e Tasi.

Potrebbe interessarti: IMU Roma (Scadenze, percentuali e calcolo online).

Segue articolo del passato

Sono state decise anche delle detrazioni in base al valore della rendita catastale, valide per coloro che rientrano nella categoria del 2,5 per mille: 110 euro per immobili con rendita sotto i 450 euro; 60 euro per immobili sotto i 650 euro; 30 euro per immobili sotto i 1500 euro.

Come abbiamo segnalato nel nostro articolo di giugno (vedi TASI, scadenze) il Governo ha approvato un decreto legge in cui si è fatto slittare il termine ultimo per versare l'acconto Tasi. Una proroga destinata a quei cittadini che risiedono presso Comuni che non hanno fissato le aliquote entro lo scorso 23 maggio. Roma rientra fra queste amministrazioni locali; dunque, i romani potranno provvedere con il pagamento dell'acconto Tasi entro la data prefissata, ossia il 16 ottobre (tra circa un mese).

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione