Come fare: esposto, denuncia e querela (informazioni e moduli)

Moduli da presentare alla Guardia di Finanza. Come presentare denuncia o un esposto o, ancora, una querela

La differenza tra "esposto" e "denuncia" la si può sintetizzare nel seguente modo:
nel primo caso il cittadino è venuto a conoscenza di qualche fatto che potrebbe rientrare nell'illegalità e chiede alle autorità di verificare se rappresenti un reato; si ricorre al secondo caso, invece, quando il reato è riconosciuto, perseguibile d'ufficio, e lo si vuole segnalare alle autorità competenti.

La denuncia può anche essere obbligatoria per alcuni reati. A quel punto diventa reato il non denunciare.

Per fare un esempio, aiutandoci con eventi degli ultimi anni, possiamo pensare allo scandalo "Calciopoli". In quella vicenda, infatti, sono stati accusati di reato anche coloro che sapevano di alcune scommesse illegali ma non hanno denunciato i fatti. Pur essendo innocenti per il fatto in sé, sono andati contro la legge non segnalando gli episodi incriminati.

I casi in cui la denuncia diventa obbligatoria sono:
  • conoscenza di reati contro lo Stato
  • ricezione di denaro falso (anche se in buona fede)
  • acquisto prodotti di non chiara provenienza
  • conoscenza di luoghi dove è raccolto materiale esplosivo
  • essere stati rapinati
  • smarrimento di armi
  • conoscenza di accordi illeciti in ambito sportivo
Una volta sporto denuncia si può richiedere ed ottenere una ricevuta della stessa.

Per quanto riguarda la querela, invece, si rientra nel caso in cui il cittadino voglia che il colpevole di un reato subito riceva una punizione (articoli 336 e 340 codice procedura penale). La querela "entra in gioco" quando il reato non è perseguibile d'ufficio.

I termini per la sottomissione della querela sono:
  • entro 90 giorni (3 mesi) dal momento in cui si vene a conoscenza del fatto
  • entro 180 giorni (6 mesi) per reati contro la libertà sessuale.
Nel primo caso si può annullare la querela presentata in precedenza. Nel secondo, no.

Risorse
Informazioni
Denunce, querele o segnalazioni:
Numero gratuito: 117 attivo 24 ore su 24;

Informazioni generali:
Numero verde 800.66.96.66 (lunedì-venerdì, ore 9-14)
Casella di posta elettronica (email) urp@gdf.it.
Casella di posta elettronica certificata (email PEC) urp@pec.gdf.it.

Sede centrale a Roma, aperta al pubblico in Viale XXI Aprile 51 (da lunedì a giovedì ore 10-13 e ore 14-17; venerdì e prefestivi ore 10-13).

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione