Elezioni Comunali: schede elettorali (facsimile)

Dal portale internet del Ministero dell'Interno siamo riusciti a recuperare alcuni importanti documenti che riguardano le prossime elezioni amministrative, in programma per il prossimo 25 maggio. Si tratta dell'anteprima delle schede elettorali che i cittadini si troveranno davanti nei seggi in occasione del voto.

I modelli di scheda, non ancora completi di simboli dei partiti e nomi dei candidati (in alcuni Comuni non sono state presentate le liste complete), si riferiscono alle diverse tipologie di elezioni in base al numero di abitanti residenti.

Per articoli aggiornati sull'argomento segui la pagina: Elezioni amministrative.

Elezione del Sindaco in Comuni con meno di 5.000 abitanti e tra 5.000 e 15.000

Qui la scheda è divisa in 4 parti. Ogni parte contiene dei rettangoli, uno sopra l'altro, dove l'elettore troverà il simbolo del partito e il nome e cognome del candidato Sindaco. L'ordine dei simboli sarà deciso attraverso un sorteggio.

Il cittadino può esprimere una preferenza (Comuni al di sotto di 5.000 abitanti) o più preferenze (Comuni tra 5.000 e 15.000 abitanti) per quanto riguarda i componenti del Consiglio Comunale: saranno presenti delle righe inserite apposta per scrivere nome e cognome dei politici scelti. Vedi immagine sotto:


Ballottaggio (Comuni tra 5.000 e 15.000 abitanti)
La scheda è costituita da due soli rettangoli, con i simboli dei due partiti più votati al primo turno e i dati del candidato Sindaco.Vedi immagine sotto:



Elezione del Sindaco in Comuni con più di 15.000 abitanti
Qui, la scheda diventa più complicata. Infatti, oltre a nome e cognome del candidato Sindaco, abbiamo una serie di simboli di partiti che compongono la cosiddetta "coalizione". L'elettore, oltre a votare il Sindaco, può aggiungere dei nominativi per il Consiglio Comunale.Vedi immagine sotto:


Ballottaggio (Comuni oltre 15.000 abitanti)
Abbiamo di nuovo due soli rettangoli, con i rispettivi dati del Sindaco candidato e i simboli dei partiti che appoggiano il politico. Vedi immagine sotto:



Ricordiamo che in fase di votazione, la scheda elettorale dev'essere ripiegata, lasciando visibile solo la grafica esterna, quella contenente il timbro e le firme dei componenti del seggio.

Elezioni comunali, ballottaggio. Fac-simile scheda elettorale

Per molti cittadini la tornata elettorale si è conclusa lo scorso 25 maggio con le elezioni europee, le regionali in Piemonte e Abruzzo, le amministrative dove un candidato ha vinto al primo turno. Tuttavia vi sono ancora diversi elettori che saranno chiamati nuovamente ad esprimere il proprio voto per i ballottaggi, i "duelli politici" per decidere il nome del futuro sindaco.

Sono 142 i Comuni, con oltre 15 mila abitanti, interessati da questa votazione. Tra questi ci sono città come Bari, Padova, Livorno, Bergamo, Potenza, Perugia, Vercelli....

Come la scorsa volta, ma con un'ora posticipata al mattino, i cittadini potranno recarsi ai seggi, per votare, domenica 8 giugno dalle 8 (anziché le 7) alle 23.

In Sicilia si potrà votare anche lunedì 9 giugno dalle 7 alle 15.

Per il ballottaggio le schede elettorali sono abbastanza semplici, in quanto contengono due soli nomi di candidati sindaci, ognuno dei quali avrà associati i diversi partiti che lo sostengono.

Qui di seguito vi mostriamo le schede elettorali (fac-simile) che si troveranno gli elettori dei Comuni al di sopra dei 15 mila abitanti e al di sotto dei 15 mila.

Nei comuni sopra i 15 mila abitanti

Nei comuni sotto i 15 mila abitanti

Tutto chiaro?

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione