Maltempo: allerta meteo in Italia (aggiornamenti)

Per poter garantire un minimo d'informazione aggiornata, vi riportiamo di seguito un metodo per trovare le ultime notizie sul maltempo in Italia che appaiono su Twitter, strumento sempre un passo avanti rispetto ai normali e tradizionali canali di comunicazione.

Sul noto social network troverete comunicazioni ufficiali, immagini del territorio scattate dai vari utenti iscritti e residenti nelle zone coinvolte dalla perturbazione, nonché notizie dell'ultimo minuto divulgate anche da organi di informazione, media, circa la situazione meteo ed eventuali allerte.

Su Twitter esiste una pagina importante e sempre aggiornata, quella ufficiale della Protezione Civilehttps://twitter.com/DPCgov.

Eventualmente, nella barra di ricerca, potete scrivere la sequenza compresa qui tra virgolette: "maltempo OR allerta meteo", magari aggiungendo il nome della vostra località o regione. In tal modo restringerete il campo di ricerca notizie.

Per maggiori informazioni conviene contattare il Numero Verde della Protezione Civile ( 800.840.840 ), oppure consultare il sito internet ufficiale www.protezionecivile.gov.it.

Cosa fare in caso di maltempo (neve, ghiaccio)
Dal sito ufficiale del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile riportiamo di seguito alcune indicazioni e consigli utili per il cittadino che si trovi in situazioni di maltempo, come la presenza di neve, ghiaccio e gelo.
Il vademecum spiega le varie fasi da affrontare, ossia il prima, il durante e il dopo. Alcune dritte possono sembrare ovvie, anche se non tutti ne sono a conoscenza, mentre altre possono essere d'aiuto anche per i più esperti, abituati ad affrontare situazioni meteorologiche avverse.


Di seguito alcuni articoli sul maltempo in Italia

Maltempo Liguria, spostato il treno ad Andora (foto)
Finalmente ieri sera, verso le 18.50, sono stati sgombrati i binari occupati dalla carrozza e dal locomotore dell'IC 660 in seguito alla frana del 17 gennaio scorso.
Il treno, che bloccava la linea da qualsiasi altro passaggio di convogli, richiedeva un intervento particolare, per non rischiare che potesse cadere giù verso il mare creando gravi danni al territorio.
La frana era stata causata dalle forti piogge che hanno investito la zona a gennaio, con la complicità, però, di una costruzione abusiva (un terrazzo) realizzata proprio sopra i binari.
Adesso la linea ferroviaria è completamente libera ma si dovrà aspettare ancora qualche giorno -a quanto pare entro il 10 marzo- per potere vedere passare dei treni sulla tratta interessata. Ora, infatti, si devono verificare i danni e si deve agire per la messa in sicurezza, che preveda altre intense perturbazioni.
Michele Mario Elia, A.D. RFI, ringraziando le imprese, le Istituzioni e il personale RFI e Trenitalia, che hanno permesso questo risultato, ha detto: "Abbiamo rispettato i tempi che ci eravamo dati".
Risorse: Foto del treno (Fonte Ferrovie dello Stato)
(25 / 02 / 2014)

Treni, chiusa ferrovia Ponte nelle Alpi-Calalzo
La comunicazione giunge direttamente dal Ministero dell'Interno che ha girato una segnalazione di RFI (Rete Ferroviaria Italiana). I treni che transitavano da Ponte nelle Alpi a Calalzo non potranno più passare per questo tratto ferroviario.
Il blocco è partito il 30 gennaio 2014 e durerà, in teoria, fino a luglio. Le motivazioni che hanno spinto verso questa decisione sono state alimentate dalla situazione verificata in seguito alle forti piogge che hanno interessato il territorio.
La non sicurezza della ferrovia ha imposto la sospensione del collegamento. Fino a luglio si svolgeranno i lavori di manutenzione e di messa a posto del tratto. Tra le priorità la galleria Giaupa Ventosa e la galleria Perarolo (24 / 02 / 2014).

Toscana, situazione maltempo. Aggiornamenti su tutto il territorio
La Regione Toscana, attraverso il proprio portale internet ufficiale, comunica alcune informazioni circa la situazione di allerta dovuta al maltempo. La Protezione civile ha divulgato diversi aggiornamenti relativi al territorio, suddividendo le notizie per provincia, da Pisa a Firenze da Livorno a Grosseto, da Pistoia a Lucca... (vedi sotto in "Risorse").
Il livello di allerta viene confermato almeno fino a domani, sabato 1° febbraio 2014, quando verranno fatti ulteriori sopralluoghi, valutate le condizioni delle zone colpite dalle insistenti precipitazioni e ottenuto nuove indicazioni sulle previsione del meteo.
Si stima un accumulo di pioggia in Toscana, nell'ultimo giorno e mezzo, di circa 90 millimetri di media, con picchi di 190 nella provincia di Pistoia e di Lucca.
Il terreno, già saturo, non è stato in grado di trattenere l'ulteriore ondata d'acqua che si è abbattuta nelle ultime ore.

Risorse
(31 / 01 / 2014)

Maltempo province Bologna, Modena, Ferrara. Fiumi sotto osservazione
Il maltempo sta duramente colpendo il territorio italiano con neve al nord e pioggia al centro sud. Le precipitazioni continue hanno fatto alzare il livello di diversi corsi d'acqua, tra i quali il fiume Reno presso Cento (Ferrara) e Pieve di Cento (Bologna). Per precauzione è stato chiuso il ponte "Vecchio" della strada Provinciale. Si stanno monitorando anche le altre zone attraversate dal fiume, per controllare il livello dell'acqua rispetto agli argini.
Sotto osservazione tutta la rete fluviale del bolognese del modenese e del ravennate. Particolare attenzione al fiume Santerno presso Imola, Mordano, Lugo, Sant’Agata sul Santerno, Solarolo e Bagnara di Romagna e ai fiumi Senio e Samoggia.
Altri corsi d'acqua sotto allerta sono il Setta presso Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, Marzabotto, San benedetto Val di Sambro e Sasso Marconi, il Secchia e il Panaro.
A San Matteo continuano i lavori per la messa in sicurezza dell'argine del Secchia.
Informazioni: Numero Verde 800-333-911 (31 / 01 / 2014).

La "Tempesta di Natale"
Situazione meteorologica instabile in questo periodo di feste. La "Tempesta di Natale", che in realtà interessa il nostro paese dal 26 dicembre in poi, dopo aver colpito Liguria, basso Piemonte e Toscana, si sta spostando nel resto del territorio nazionale.
Difficile reperire notizie ufficiali in un giorno come questo, Santo Stefano, in cui molti uffici e impiegati non sono al lavoro. Sul campo, invece, la Protezione Civile è impiegata su numerosi fronti, così come il corpo dei Vigli del Fuoco, le varie forze dell'ordine e i tanti volontari (26 / 12 / 2013).

Maltempo Pescara, limitare spostamenti. Pericolo strade, ponti
La Provincia di Pescara, in un comunicato stampa, consiglia ai cittadini, residenti nelle zone colpite dall'ondata di maltempo, di "Limitare al massimo gli spostamenti sulle strade provinciali, evitando - laddove possibile - di percorrere le arterie più a rischio".
La copiosa pioggia che si è abbattuta sul territorio sta provocando frane e smottamenti.
Alcune strade sono state chiuse, in modo tale da non creare ulteriori danni a cose e persone. I tecnici stanno monitorando le condizioni dei ponti, affinché possano bloccare o meno la circolazione sugli stessi. E' quindi vivamente richiesto ai cittadini la massima prudenza, cercando di evitare viaggi in auto o altri veicoli, se non strettamente necessario. (Fonte Provincia di Pescara - provincia.pescara.it - 02 / 12 / 2013)

Maltempo al sud, neve al nord
Mentre al nord nevica, una perturbazione che giunge da ovest determina il formarsi di rovesci al centro sud d'Italia, in particolare nei territori che si affacciano sul Tirreno. Un avviso della Protezione Civile è stato divulgato affinché la popolazione sia allertata circa il maltempo previsto per le prime ore del 22 febbraio. Temporali dalla Sardegna al Lazio, dall'Umbria alla Calabria (21 / 02 / 2013).

Per aggiornamenti segui le indicazioni che trovi all'inizio di questa pagina (qui sopra).

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione