TASI Palermo: scadenze, calcolo e aliquote della tassa

La TASI (2018) a Palermo non è dovuta sull'abitazione principale (categorie da A/2 a A/7) e pertinenze.
Inoltre non dev'essere pagata da chi è proprietario di prima casa di categoria A/1, A/8 e A/9 e per altre tipologie di immobili, sulle quali, invece, è applicata l'IMU.

Per maggiori informazioni
Palermo Settore Tributi - Servizio ICI-IMU-.TASI
Piazza Giulio cesare 6 - 90127 Palermo
Via Ausonia n. 67 (Polo Tecnico) piano terra
email: imupici@comune.palermo.it
email certificata: icimuptasi@cert.comune.palermo.it
Telefono 091.7404536/10

Seguono articoli del passato

La TASI è la nuova tassa istituita con la "Legge di stabilità" approvata nel dicembre 2013. Si tratta della terza componente dell'imposta generale IUC, comprendente anche IMU (tassa immobili, case) e TARI (tassa rifiuti). La TASI serve per garantire i servizi erogati dal Comune.

La scadenza del primo pagamento, l'acconto, varia a seconda della città. A Palermo è stata fissata per il 16 giugno, mentre il termine per la seconda rata, il saldo finale, è il 16 dicembre 2015.

Chi deve pagare la TASI a Palermo?

L'imposta spetta ai proprietari di "prima casa", coloro che risiedono nell'abitazione principale. Sono gli stessi soggetti che, invece, non devono pagare l'IMU.

La TASI si paga anche su immobili assimilati, come ad esempio gli appartamenti lasciati al coniuge, o gli edifici di proprietà delle cooperative edilizie a proprietà indivisa, considerati come abitazione principale.

Per la prima rata si pagherà il 50% dell'importo totale previsto per tutto l'anno solare, in questo caso il 2015. Il calcolo dell'imposta può essere fatto con il calcolatore online TASI.

Il Comune di Palermo ha fissato come aliquota (percentuale rispetto al valore catastale) il seguente valore: 2,89 per mille (0,289 %).

Sono previste alcune detrazioni, come ad esempio 100 euro per chi ha una rendita catastale al di sotto dei 300 euro e uno sconto di 50 euro per chi ha una rendita sopra 300 ma sotto 400 euro.

Un'altra detrazione, di 20 euro, per ogni figlio sotto i 18 anni, o portatore di disabilità, o minore in affido, o per soggetto passino con più di 70 anni.

Il pagamento della TASI avviene tramite il modello F24, compilando la sezione Imu e altri tributi locali (codice tributo 3928, codice Palermo G273). In caso di acconto mettere una barra su "Acc", per il saldo, invece, mettere la barra su "Saldo".

Chi vuole può versare anche tutto in un'unica rata, entro il 16 giugno. In tal caso, nella compilazione, si deve barrare sia "Acc" che "Saldo".

Poi si deve inserire il numero degli immobili coinvolti dalla tassa e l'anno di riferimento (quest'anno il 2015).

Il modello F24 si può pagare alle Poste o in banca, oppure online. Se l'importo totale, previsto per tutto l'anno, non supera i 5 euro, allora non si deve pagare.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione