Scudo fiscale in Italia. Scadenze e codici

A quanto si apprende dal Ministero dell'Economia, l'emersione di capitali ha portato al rientro di 3,8 miliardi di euro su un totale di 59,5 miliardi di euro completamente sconosciuti al Fisco fino ad oggi.

Novità: con la sentenza della Corte Costituzionale del 2015 (numero 28775/2015), anche le società del settore commerciale possono usufruire dello "Scudo fiscale". Diventano quindi non applicabili i limiti imposti dall'Agenzia delle Entrate, descritti nella circolare 43/E del 2009.
(luglio - dicembre 2015)

Scadenza per tutti: entro il 15 settembre (si parla di violazioni avvenute entro il 30 settembre dell'anno precedente).

Sul modello F24, si devono utilizzare i seguenti codici, a seconda del soggetto:
  • 8113
    Contribuente per imposte proprie
    Sanzione per omesso versamento di cui all'articolo 19, commi 10 e 12, d.l. 201/2011
  • 8111
    Sostituto d'imposta
    Imposta di bollo speciale di cui all'articolo 19, comma 6, d.l. 201/2011
16 / 02 / 2012 - In relazione ai termini fissati per i contribuenti che intendono mettersi in regola usufruendo del cosiddetto "Scudo Fiscale", il Ministero dell'economia e delle finanze rende noto quanto segue.
E' stato deciso di rimandare la scadenza inizialmente prevista per il versamento dell'importo dovuto. Non sarà più il 16 febbraio 2012 l'ultimo giorno per il pagamento ma verrà fissata un'altra data (Aggiornamento: nuova scadenza, il 16 luglio).
C'è dunque ancora tempo per coloro che non sono riusciti a rientrare nei termini stabiliti.

(Fonte Agenzia delle Entrate)

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi il tuo commento qui sopra, seguendo le indicazioni per la pubblicazione